Lorem ipsum dolor sit amet, consectetuer vitae adipiscing elit. Aenean commodo ligula eget ut, dolor. Aenean massa. Cum sociis pretium qui asem. Nulla consequat massa quis.

Post più letti

Iscriviti alla newsletter
[contact-form-7 404 "Not Found"]

Sedi Pd a rischio pignoramento, il caso di Gallicano

Il prossimo 17 ottobre il custode giudiziario si presenterà alla porta delle  sezioni Pd di Capena, Castelmadama, Vicovaro e Gallicano per pignorarle e prenderne possesso. E’ la conclusione di una vicenda ingarbugliata, iniziata trent’anni fa e finita con un crack finanziario che rischia di cancellare sedi storiche acquistate con l’obolo degli iscritti negli anni ‘70 e ‘80.

Le quattro sezioni, in genere piccole case, facevano parte di quel grande patrimonio immobiliare accumulato negli anni dal partito comunista italiano e oggi gelosamente custodito – in grossa parte – dalla Fondazione presieduta dall’ex senatore Sposetti. Le quattro  sezioni però hanno avuto un destino diverso e più sfortunato. Dalle prime informazioni pare che siano state probabilmente tolte dal fondo generale e fatte confluire nella società Savim che controllava gli immobili della Federazione romana.

Il passaggio in questo fondo capitolino fu certamente dettato dalla necessità di fare massa critica al fine di prendere un prestito che poi non venne onorato. Poi gli immobili passarono ad una terza società, la “Futuro storico”, infine al commissario liquidatore. Tutto questo non fu deciso e mai discusso  in alcuna assemblea di quegli iscritti che pure la sezione l’avevano pagata contanti. Avvenne e basta perchè nessuno allora poteva manco sospettare una simile fine.

Per evitarlo è in atto una corsa contro il tempo. Il segretario provinciale Rocco Maugliani ha ricostruito la vicenda e incontato i rappresentanti dei circoli interessati. La prossima settimana attraverso l’avvocato prenderà contatto con il Commissario liquidatore per chiedere un pò di tempo e comunicare la volontà degli iscritti di riacquistare gli immobili in questione. A Castelmadama e Gallicano hanno già buona parte dei fondi necessari. Capena e Vicovaro invece hanno già attivato il circuito della raccolta fondi. Questa gente vuole riprendersi la propria storia, evitare che venga cancellata sul moloch di debiti fatti da altri e a loro insaputa. “Spiega il segretario provinciale Rocco Maugliani a Cinque Quotidiano: “Le società dove sono confluiti gli immobili, emanazione della Federazione romana, hanno avuto problemi e da quando c’è il pd a noi non è stato comunicato nulla. Sposetti non è stato in grado in questi anni di garantirci nemmeno a livello di informazioni nulla su di esse perchè evidentemente erano state sottratte dal patrimonio ex ds. Solo una settimana fa abbiamo saputo di questo iter giudiziario. Ci hanno cercato perchè volevano informazioni su chi materialmente occupa i locali”.

Precisazione

La sede di Vicovaro non è di proprietà e non rientra nel novero delle sedi oggetto di procedura giudiziaria, procedura che per quanto concerne le altre tre sedi non dipende assolutamente da scelte collegate alla gestione dei circoli locali del Partito Democratico che, purtroppo, sono parte lesa nell’ambito di una vicenda che risale a prima della nascita del Partito Democratico e che chiama in causa scelte e situazioni che nulla hanno a che fare con le scelte dei militanti dei fondatori dei circoli interessati dalla vicenda. In ragione di questo cercheremo ogni strada legale per riconsegnare quei beni a chi materialmente li ha utilizzati in questi anni con la passione della militanza più genuina

11 Ottobre 2019
Parco Tofanelli di Colonna torna a splendere. Giornata ecologica con i volontari e il sindaco Giuliani
12 Ottobre 2019
STORIE – L’integrazione possibile. Nella casa famiglia di Valmontone dove si ritorna alla vita

Leave a comment

Your email address will not be published. Required fields are marked *