Un viaggio continuo alla ricerca delle radici di una terra, dei suoi valori e delle sue intime connessioni.

Segnali, appostamenti e irruzioni in pieno giorno: così i ladri rubano tra Cave e Palestrina

a cura della redazione

 

Buste appese agli alberi per segnalare le case da colpire, appostamenti di furgoni all’ingresso dei viali e irruzioni negli appartamenti in pieno giorno.

a San Cesareo

Sono solo alcune delle modalità descritte da alcuni cittadini residenti tra Cave e Palestrina, dove nell’ultimo mese si è registrato un vero e proprio boom di furti nelle case.

Nelle caserme si sommano in queste giorni le denunce, da cui emerge un quadro che ricondurrebbe a un’unica mano.

Sui social ricorre la segnalazione di un furgone bianco con all’interno una giovane coppia, un maschio e una donna.

Per ora non è emerso alcun riscontro ufficiale da parte delle forze dell’ordine, che sul territorio hanno ora intensificato i posti di blocco e i controlli.

Ero a rilassarmi nel portico di casa con la mia famiglia e i ladri sono riusciti a entrare dalla finestra della camera – segnala una mamma. Il tutto senza che mi accorgessi di nulla. Era pomeriggio e tutto questo ha dell’incredibile”.

C’è chi ha subito piccoli furti e chi si è ritrovato senza gioielli e soldi, ma è la paura il vero problema per questi cittadini.

Prendono di mira case isolate con facili vie di fuga, oppure anziani soli che tentano di raggirare con becere truffe.

Almeno cinque gli episodi segnalati nelle ultime due settimane tra via dello Speciano, via delle Mimose e via della Selce.