Un viaggio continuo alla ricerca delle radici di una terra, dei suoi valori e delle sue intime connessioni.

Sei titoli in abbonamento e un fuori programma: parte la stagione teatrale di Colleferro

a cura della redazione

Parte il 14 dicembre la nuova campagna abbonamenti per la stagione 2024 del Teatro Vittorio Veneto, con 6 titoli in abbonamento e 1 fuori programma che spaziano tra generi, stili ed estetiche tra rivisitazione di classici, nuova drammaturgia, teatro-canzone e una serata dedicata alle più belle arie d’opera – con grandi professionisti della scena italiana, grazie alla collaborazione tra il Comune di Colleferro e ATCL Circuito multidisciplinare dello spettacolo dal vivo sostenuto dal MIC – Ministero della Cultura e da Regione Lazio. 

Si parte il 28 gennaio 18.30 con Elena Bonelli, voce di Roma e ambasciatrice della romanità nel mondo, che nello spettacolo-concerto ERA GABRIELLA FERRI racconta la straordinaria vita della grande artista con la collaborazione del giornalista Rai Maurizio Mannoni e del regista Pierfrancesco Pingitore, accompagnata nelle meravigliose canzoni dalla virtuosa chitarra di Giandomenico Anellino e dall’eccellenza del pianista Maestro Fernando Diaz. 

Ormai classico del teatro italiano, NON È VERO MA CI CREDO porta la firma di Peppino De Filippo che aveva ambientato la sua storia nella Napoli un po’ oleografica degli anni 30. Luigi aveva posticipato l’ambientazione una ventina d’anni più avanti, mentre il regista Leo Muscato avvicina ancora di più l’azione ai giorni nostri, ambientando la storia in una Napoli anni 80, avvalendosi dell’interpretazione di uno degli attori più noti e attivi proprio nella capitale partenopea: Enzo Decaro in scena il 25 febbraio 18.30. 

Divertente e pungente, Antonio Cornacchione racconta, con le dovute libertà narrative, la vera storia della D.E.O., Divisione Elettronica Olivetti, accompagnandoci con leggerezza nelle sue memorie da impiegato, alla scoperta dei ricercatori eroici che portarono l’elettronica italiana a competere nel mondo. D.E.O. EX MACCHINA – OLIVETTI UN’OCCASIONE SCIPPATA scritto da Antonio Cornacchione con la collaborazione ai testi di Massimo Cirri e la regia di Giampiero Solari, sarà in scena il 9 marzo ore 21.00. 

Edoardo Siravo è il protagonista di FALSTAFF E LE ALLEGRE COMARI DI WINDSOR di William Shakespeare con Francesca Bianco, Marco Bonetti, Fabrizio Bordignon, Gabriella Casali, Giuseppe Cattani, Beatrice Coppolino, Alessandro Laprovitera, Ruben Rigillo, Germano Rubbi, Susy Sergiacomo, Roberto Tesconi, Tonino Tosto, adattamento e regia di Roberto Lerici il 24 marzo ore 18.30. La leggenda vuole che la Regina Elisabetta, conquistata dal personaggio di Falstaff, ordinò la stesura di una nuova commedia che lo vedesse protagonista assoluto. Nasce così “Le Allegre Comari di Windsor”, dove Shakespeare inserisce il meglio del proprio repertorio: l’amore contrastato tra giovani, equivoci, scambi, travestimenti e beffe. 

A partire dalla cantica dantesca, Simone Cristicchi scrive e interpreta PARADISO. DALLE TENEBRE ALLA LUCE, il 13 aprile ore 21.00, opera teatrale per voce e orchestra sinfonica, racconto di un viaggio interiore dall’oscurità alla luce attraverso le voci potenti dei mistici di ogni tempo, i cui insegnamenti, come fiume sotterraneo, attraversano i secoli per arrivare fino a noi. La tensione verso il Paradiso è metafora dell’evoluzione umana, slancio vitale verso vette più alte, spesso inaccessibili: elevazione ed evoluzione. 

Amanda Sandrelli è la protagonista di LISISTRATA di Aristofane, adattamento e regia di Ugo Chiti con Giuliana Colzi, Andrea Costagli, Dimitri Frosali, Massimo Salvianti, Lucia Socci, Gabriele Giaffreda, Elisa Proietti e con Lucianna De Falco il 24 aprile ore 21.00. Lisistrata imperversa da quasi 2500 anni sulla stupidità, l’arroganza, la vanità, la superficialità degli uomini. Lo fa attraverso un meccanismo teatrale modernissimo, una specie di farsa dove molto si ride, ma che ci fa scoprire senza falso pudore, tra sghignazzi e continui doppi sensi saporosissimi i meccanismi perversi dell’irragionevolezza umana. 

Fuori abbonamento il 17 febbraio ore 21 il GRAN GALÀ DELLA MUSICA: un viaggio tra i più grandi compositori del melodramma, Giuseppe Verdi, Giacomo Puccini, Pietro Mascagni, Vincenzo Bellini, Gioacchino Rossini, George Bizet, Camille Saint Saëns, e le più belle arie d’opera, con l’Orchestra Sinfonica delle Terre Verdiane, diretta dal M. Stefano Giaroli. Solisti: il soprano Renata Campanella, il mezzosoprano Anna Malavasi, il tenore Alessandro Fantoni, il baritono William Allione.

 

Abbonamento a turno fisso: INTERO euro 75,00 – RIDOTTO euro 65,00

 

Biglietti:

Platea:​INTERO euro 20,00 + 2,00 prev. – RIDOTTO ​euro 17,00 + 2,00 prev.

Galleria: INTERO euro 18,00 + 2,00 prev. – RIDOTTO euro 15,00 + 2,00 prev.

 

Teatro Vittorio Veneto 

Via Artigianato 47 – Colleferro (RM)

 

Gli abbonamenti potranno essere acquistati dal 14 dicembre secondo questo calendario:

Rinnovo abbonamenti

14 – 15 – 17 dicembre ore 15.30 – 19.30

16 dicembre ore 9.00 – 13.00

11 gennaio ore 15.30 – 19.30

 

Nuovi abbonamenti

12 – 14 gennaio ore 15.30 – 19.30

13 gennaio ore 9.00 – 13.00

dal 18 al 21 gennaio ore 15.30 – 19.30

25 e 26 gennaio ore 15.30 – 19.30

 

I biglietti potranno essere acquistati il giorno dello spettacolo e quello precedente dalle ore 15.30 alle ore 19.30 e fino all’orario di inizio dello spettacolo. 

 

per informazioni: tel. 0687085371;teatrocomunalecolleferro@gmail.com

www.atcllazio.it

 

prevendita on line www.liveticket.i

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: