Un viaggio continuo alla ricerca delle radici di una terra, dei suoi valori e delle sue intime connessioni.

Sono marito e moglie i primi due guariti dal Covid all’ospedale di Palestrina. La storia di una coppia di Colonna


Non volevano separarsi ma a Roma non c’erano posti. Il Coniugi Bernardini riesce a curarli: oggi sono risultati negativi al tampone

Nel caos di queste ore, nella corsa affannosa verso la riorganizzazione degli ospedali, emergono anche le prime storie a lieto fine. Sì, perché al Coronavirus si può reagire.

Lo ha dimostrato oggi l’ospedale Coniugi Bernardini di Palestrina, dove marito e moglie sono guariti dalla malattia a poche ore dall’annuncio della riconversione del nosocomio prenestino a centro Covid.

È la prima storia a lieto fine di questa seconda ondata.

Tutto inizia il 10 ottobre. Da Colonna moglie e marito con febbre e tosse si rivolgono all’ospedale di Palestrina.

Hanno entrambi i sintomi, lui ha anche affanno. Vengono sottoposti a visita, tamponi e TAC: si tratta di coronavirus e risulta anche una polmonite.

I due restano in isolamento in area valutazione COVID al PS di Palestrina. C’e’ il doppio percorso, nessuno degli altri pazienti dell’ospedale può entrare in contatto con loro.

Il posto a Roma non si trova, è iniziata la seconda ondata e poi, soprattutto, vogliono restare insieme nella stessa sala di isolamento. Nel frattempo la Regione Lazio interviene con due Ordinanze e aumenta i posti letto. Con l’ultima Palestrina diverrà COVID center dal 3 novembre.

Intanto i due coniugi vengono curati. L’infettivologo interviene da remoto per le consulenze e tutto sembra procedere per il meglio. Oggi i due pazienti, marito e moglie sono guariti: i loro tamponi sono negativi e possono tornare a casa a riabbracciare i loro cari.

METTI MI PIACE PER CONTINUARE A SEGUIRCI