Un viaggio continuo alla ricerca delle radici di una terra, dei suoi valori e delle sue intime connessioni.

Tivoli, tempi lunghi per la riapertura dell’ospedale. E intanto la procura dispone una maxi consulenza

a cura della redazione

 

Per la riapertura dell’ospedale ci vorranno settimane. La struttura deve essere dissequestrata appena terminate le indagini della Procura. Stimo una riapertura, e non solo del pronto soccorso, non prima di 90 giorni”. Lo dichiara il presidente Francesco Rocca in un’intervista al quotidiano ‘Il Messaggero’.

Intanto la Procura di Tivoli disporrà una maxi consulenza in relazione all’incendio all’ospedale San Giovanni Evangelista dove nella tarda serata di venerdì è divampato un incendio che ha provocato la morte di tre persone.

a Palestrina

L’attività punta a chiarire quanto avvenuto e in particolare verranno effettuate verifiche sull’impianto antincendio e sui sistemi di sicurezza all’interno del nosocomio.

Al momento il fascicolo, in cui si ipotizzano i reati di omicidio colposo plurimo e incendio colposo, resta contro ignoti. I pm, coordinati dal procuratore Francesco Menditto, hanno conferito incarico per le autopsie che si svolgeranno nei prossimi giorni. 

a Zagarolo

In procura questa mattina si è svolto un vertice a cui hanno partecipato i vigili del fuoco, agenti della squadra mobile e del commissariato per fare il punto delle indagini. Nelle ultime ore sono stati acquisiti una serie di atti e ascoltati testimoni.

Piani di evacuazione, nomi dei referenti per il servizio di guardia antincendio, aggiornamento dell’intero sistema di sicurezza e certificazione dei generatori di corrente potrebbero finire sul tavolo degli inquirenti nelle prossime ore per stabilire le responsabilità su quanto accaduto all’ospedale di Tivoli, dove tre persone sono morte per l’incendio scoppiato venerdì scorso 8 dicembre.

A rischiare, salendo nella catena di responsabilità, sono certamente i vertici della struttura e quindi della Asl di Roma 5. In attesa degli esiti dell’autopsia sui corpi delle vittime che avverrà entro mercoledì prossimo 13 dicembre – a breve sarà conferito l’incarico al medico legale e al tossicologo – prosegue dunque la raccolta di elementi da parte della Procura.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: