Un viaggio continuo alla ricerca delle radici di una terra, dei suoi valori e delle sue intime connessioni.

Triage, nuove risorse e materiale: così gli ospedali di Palestrina e Colleferro si preparano al picco del Coronavirus


Entro mercoledì dovrebbero arrivare già le prime novità, ecco la bozza allo studio

Di ufficiale non c’è ancora nulla ma potrebbe arrivare già nelle prossime ore il nuovo piano operativo per fronteggiare l’emergenza sanitaria da Coronavirus anche nell’Asl Roma 5. È quanto è emerso ieri nel corso di un incontro all’ospedale di Palestrina, a cui hanno partecipato i vertici aziendali e i sindacati, che nei giorni scorsi avevano sollecitato la direzione all’acquisto di dispositivi e all’adozione di nuove misure per fermare la diffusione del virus (LEGGI QUI).

Secondo gli ultimi dati statistici, il picco di contagi dal Covid-19 in Italia si potrebbe raggiungere tra la fine della prossima settimana e l’inizio di aprile. È in questo periodo che “bisogna porre una particolare attenzione e adottare le procedure necessarie al contenimento della diffusione del virus” – aveva detto ieri il governatore Zingaretti.

Il contagio continua ad aumentare anche a sud di Roma.

Ieri al poliziotto e ai quattro famigliari si è aggiunto un allievo dei vigili del fuoco a Capannelle e una donna Fiuggi, ma i casi, assicurano gli esperti, sono destinati a salire nelle prossime ore. Anche l’Asl Roma 5 corre ai ripari, evitando inutili allarmismi ma disponendo tutte le procedure adeguate al trattamento degli eventuali casi e alla diffusione di una corretta informazione.

Entro mercoledì dovrebbe arrivare sul tavolo della direzione generale la bozza definitiva del piano territoriale di emergenza che estinguerà tutti i precedenti provvedimenti.

Si dovrebbe partire dall’installazione di strutture pre-triage per ogni presidio. Una settimana fa si era pensato alle tende (LEGGI QUI) ma poi da Roma è arrivato l’altolà. Si procede dunque all’installazione di container, uno già presente a Colleferro, da dove dovrebbe partire la macchina organizzativa.

Arriveranno inoltre nuovi posti di isolamento presumibilmente nell’ospedale di Tivoli, dove si sta provvedendo a recuperare diversi spazi.

Ma arriveranno anche (e questa è la buona notizia per gli operatori sanitari) anche nuove risorse e materiali. La direzione ha dato il via libera all’acquisto di 40mila mascherine chirurgiche e nuovi dispositivi di protezione individuale (DPI). Richiesto anche nuovo personale infermieristico, accelerando le procedure di concorsi e scorrimenti di graduatoria.

Non meno importante sarà anche il tema della formazione, con il potenziamento di una piattaforma online già esistente e incontri con gli operatori sul campo.

Attivato anche il Centro Operativo Comunale a Palestrina, come risulta da una delibera di giunta.

Nelle prossime ore già le prime novità.

METTI MI PIACE E RESTA AGGIORNATO

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: