Un viaggio continuo alla ricerca delle radici di una terra, dei suoi valori e delle sue intime connessioni.

Tromba d’aria a Valmontone, lunedì la quantificazione dei danni: avviata raccolta fondi

30 edifici seriamente compromessi, decine di auto danneggiate, 16 famiglie costrette a lasciate la propria casa. Sono numeri dei primi sopralluoghi eseguiti in questi giorni in via Gramsci e nella zona di Colle Belvedere, le più colpite dal passaggio della tromba d’aria del 17 gennaio, una data che qui a Valmontone in molti ricorderanno. Per fortuna non si sono registrati feriti, se non una lieve escoriazione per una signora capita dai vetri in frantumi della propria finestra.

I danni ammontano a centinaia di mila euro ma nessuno si sbilancia al momento. Mancano ancora 18 sopralluoghi da effettuare ma la procedura si sta rivelando complessa e di non facile gestione.

Serve un intervento del Governo – spiega il sindaco Alberto Latini a Monti Prenestini. Grazie a Daniele Leodori abbiamo avanzato una richiesta di calamità naturale al Governo. Ci auguriamo di avere una risposta già nelle prossime ore. Abbiamo assistito a un fenomeno naturale dalle conseguenze devastanti, basti pensare che è stato sradicato un cedro alto oltre trenta metri e in buona salute. Le case con il tetto in legno – aggiunge il sindaco – sono praticamente senza copertura, quelle con il cemento armato sono invece privi del necessario isolamento per la mancanza di guaina e isolante. È una vera emergenza e ci auguriamo si possa intervenire presto”.

Per dare parziale sollievo alle famiglie che sono rimaste colpite dalla terribile tromba d’aria di martedì 17 gennaio, il Comune di Valmontone ha attivato una raccolta fondi che consentirà a chiunque lo voglia di donare denaro per sostenere le ingenti spese che ciascuno dovrà sostenere.

Basta effettuare un bonifico sul conto corrente con IBAN IT18K0510439480CC0070002850, intestato al Comune di Valmontone presso la Banca Popolare del Lazio, e indicare la causale “Emergenza calamità naturale Raccolta Fondi”.

In questo modo – spiega la vice sindaca, Veronica Bernabei – abbiamo voluto dare un riferimento certo a tutti coloro che, con grande altruismo e spirito di comunità, ci stanno chiedendo di poter aiutare i concittadini colpiti. Ogni contributo, anche piccolo, sarà fondamentale per aiutare chi ha bisogno”.

“La situazione per tante famiglie di Valmontone è davvero drammatica – dichiara Eleonora Mattia, presidente della IX Commissione della Regione Lazio ed ex vice sindaca di Valmontone, al termine del sopralluogo sulle zone di Valmontone colpite dal disastro di ieri. Nei luoghi colpiti dalla terribile tromba d’aria di ieri ed ho visto tante, troppe, case devastate. Diversi nuclei familiari hanno dovuto lasciare la propria abitazione: un’esperienza scioccante che si aggiunge al dramma di ritrovarsi senza un tetto nel momento più freddo dell’anno. Rivolgo un appello al Governo Meloni e alla giunta regionale del Lazio: intervenire subito per dare un sostegno economico alle famiglie affinché possano rientrare in casa. Soltanto un miracolo – sottolinea Mattia – ha evitato il peggio ma adesso le istituzioni devono essere presenti, stare accanto alle famiglie e all’Amministrazione comunale. Il lavoro fatto dalle forze dell’ordine e dalla protezione civile è straordinario, la presenza dell’Amministrazione comunale fondamentale ma non basta. Il Comune da solo non può fare molto. Regione Lazio e Governo devono intervenire con risorse economiche immediate: per ricostruire i tetti e riparare le case non bastano le parole di conforto ma servono soldi, e servono subito”.