Un viaggio continuo alla ricerca delle radici di una terra, dei suoi valori e delle sue intime connessioni.

Troppi morti e incidenti: Carchitti e Valvarino uniti nella battaglia per la sicurezza

di Carmine Seta

 

Èpassato un anno dalla prima raccolta firme e il tempo purtroppo non ha cambiato le cose: tre morti, decine di feriti e continui incidenti. Il luogo è sempre lo stesso:il triangolo di strade tra la via Casilina, Carchitti e Valvarino, le due frazioni di Palestrina che gridano un allarme alla sicurezza.

a san Cesareo

Lo scorso anno i comitati di quartiere avviarono una petizione online e scritta a seguito della grave scia di sangue registrata tra la Via Casilina e la Provinciale per Carchitti.

Un’iniziativa rimasta purtroppo lettera morta.

Non sono bastati i continui solleciti al Comune, gli ultimi nella scorsa primavera e poi alla fine dell’anno.

Nessun intervento per la mitigazione dei rischi e sulla messa in sicurezza di una viabilità devastata da buche e con problemi di segnaletica orizzontale e verticale. Il risultato è che gli incidenti continuano ad accadere.

a Palestrina

L’ultimo grave episodio si è verificato il 3 febbraio dopo le 22 e nemmeno un mese fa ci è scappato un altro morto, un motociclista di soli 42 anni. E poi ancora continui sinistri di piccola e media entità, tutti in prossimità di quell’incrocio al km 33 della Via Casilina ribattezzato come “maledetto”.

Velocità alta, distrazione, colpi di sonno, ma anche mancanza di regole e segnaletiche chiare. E poi sulla viabilità non è necessario cercare alibi ma semmai soluzioni per la mitigazione del rischio. Quello che chiedono a gran voce i cittadini che qualche giorno fa si sono riuniti in assemblea per la ricerca di nuove soluzioni e richieste agli organi sovracomunali.

Si dicono pronti a scendere in piazza e lo faranno davvero se necessario.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: