Un viaggio continuo alla ricerca delle radici di una terra, dei suoi valori e delle sue intime connessioni.

Trovato morto tra i rovi dopo 36 ore di ricerche. C’è una terza vittima nell’incidente di sabato a Segni

a cura della redazione

Con ogni probabilità è stato sbalzato fuori dall’auto dopo l’incidente e avrebbe tentato la fuga, perdendo la vita per le gravi ferite riportate.

E’ stato trovato questa mattina, nascosto dalla vegetazione, il corpo di un uomo di 33 anni di origine albanese, che si trovava anch’esso a bordo della Bmw X1 protagonista del drammatico incidente di sabato 16 marzo su via Casilina tra Colleferro e Segni. 

A San Cesareo

A perdere la vita con lui altri due uomini sempre albanesi: un 23enne e un 27enne morti sul colpo.

Il cadavere è stato recuperato questa mattina, a 300 metri dal luogo dell’impatto, dai carabinieri e dai vigili del fuoco che lo cercavano da domenica in quanto i familiari avevano denunciato la sua scomparsa ed erano certi che si trovasse insieme alle altre due vittime al momento dell’incidente.

Mentre i nuclei speciali dei Vigili del fuoco e i carabinieri effettuavano le ricerche da terra, è stato risolutivo l’intervento dell’elicottero Drago 140 dei Vigili del Fuoco.

A San Cesareo - Scopri di più

I tre viaggiavano a 200 km orari a bordo di una Bmw X1 che era stata rubata a Cassino, quando intorno alle 22:30, ha urtato un cordolo a bordo strada con la fiancata sinistra, per poi schiantarsi contro gli alberi e prendere fuoco.

In auto sono stati trovati un frullino elettrico, un piede di porco e vari strumenti utili per lo scasso. I tre erano conosciuti alle forze dell’ordine per reati contro il patrimonio. Con loro viaggiava anche un quarto uomo trasportato in codice rosso prima all’ospedale di Colleferro e poi al policlinico Tor Vergata.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: