Un viaggio continuo alla ricerca delle radici di una terra, dei suoi valori e delle sue intime connessioni.

Tutti i numeri dell’emergenza, a Castel San Pietro si chiude il Centro Operativo Comunale


“È necessario continuare ad osservare tutte le buone norme di prevenzione, non abbassando mai la guardia”

84 nuclei famigliari assistiti, 172 pacchi alimentari consegnati, 1500 mascherine distribuite e 662 presenze dei volontari impiegati per 90 giorni di servizio a rotazione in 2 turni al giorno. Sono i numeri della piccola-grande emergenza Coronavirus a Castel San Pietro Romano, dove il sindaco Gianpaolo Nardi ha chiuso ieri ufficialmente le attività del C.O.C., centro operativo comunale aperto esattamente 3 mesi fa a seguito del diffondersi della pandemia.

Sono numeri che spiegano solo in parte l’opera straordinaria di questi volontari che ogni giorno hanno lavorato al fianco dei cittadini dando la massima disponibilità e dimostrando come sempre grande professionalità e solidarietà.

Oggi è il giorno dei ringraziamenti per il Gruppo Protezione civile di Castel San Pietro Romano.

GRAZIE a tutte le attività commerciali, Associazioni, Società sportive e cittadini che hanno sostenuto attraverso donazioni le attività della nostra Associazione – si legge in un post su Facebook – con i quali è stato possibile acquistare igienizzanti, guanti monouso, mascherine e generi alimentari indispensabili per affrontare l’emergenza. GRAZIE al nostro Coordinamento Regionale Coreir per aver supportato in ogni circostanza il nostro Gruppo concedendo anche per tutta la durata dell’emergenza mezzi utili per il trasporto di generi alimentari e dispositivi di protezione individuale. GRAZIE – aggiungono i volontari – a tutta la squadra dell’Amministrazione Comunale in particolare al nostro Sindaco Gianpaolo Nardi e al Delegato alla Protezione Civile Filippo Fiasco per aver coordinato e organizzato egregiamente tutte le risorse del territorio, dimostrando ancora una volta che il sistema di Protezione Civile comunale è solido ed efficace nel fornire risposte all’esigenza della comunità. È necessario continuare ad osservare tutte le buone norme di prevenzione, non abbassando mai la guardia per garantire la tutela della nostra salute e degli altri. I nostri volontari saranno sempre a disposizione per qualsiasi necessità”.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: