Un viaggio continuo alla ricerca delle radici di una terra, dei suoi valori e delle sue intime connessioni.

ULN Consalvo (calcio, Under 14), capitan Galli: “Dobbiamo crescere nel gioco di squadra”

Roma – L’Under 14 provinciale dell’ULN Consalvo ha fatto un altro passo in classifica. La squadra capitolina ha pareggiato 0-0 in casa contro il Quadraro Sport Roma in uno scontro diretto tra compagini che si trovano nelle zone basse di classifica. “Una gara abbastanza equilibrata – dice il difensore o centrocampista classe 2010 Filippo Galli che è il capitano del gruppo – Nel primo tempo abbiamo creato qualche opportunità in più, poi nella ripresa abbiamo provato ad alzare ancora i ritmi, ma alla fine non siamo riusciti a sbloccarla. C’è stato un salvataggio sulla linea per parte, ma con pizzico di fortuna in più avremmo potuto far nostra la vittoria”. Galli, in questo avvio di stagione, si sta alternando in due ruoli: “Quello originario è il difensore, ma in rosa ci sono diversi ragazzi in quel settore e quindi ogni tanto capita di spostarmi in mezzo al campo. Comunque sono a disposizione della squadra”. Il capitano parla dell’avvio di campionato dell’Under 14 dell’ULN Consalvo: “Abbiamo messo insieme quattro punti in sette partite. In qualche gara potevamo fare meglio, spesso ci capita di scoraggiarci quando commettiamo un errore. Ma fa parte del percorso di crescita di questo gruppo: ci sono diversi elementi nuovi rispetto allo scorso campionato e quindi dobbiamo imparare a giocare insieme, inoltre alcuni ragazzi sono alla prima esperienza nel mondo del calcio. Questo, invece, è il mio secondo anno consecutivo all’ULN Consalvo, ma ci ero stato anche prima del Covid. Mi trovo bene in questo ambiente e in special modo con questo gruppo: siamo molto amici e ci vediamo anche al di fuori dal campo di calcio. Fare il capitano? E’ una responsabilità, ma è anche bello”. Nel prossimo turno Galli e soci saranno ospiti dell’Accademia Sporting Roma che ha gli stessi punti in classifica: “Non li conosco, ma credo che possiamo giocarcela ad armi pari, poi ce la vedremo contro la prima Accademia Real Tuscolano e lì sarà ancora più complicato. L’obiettivo è di migliorare il livello del gioco di squadra e di continuare a crescere”.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: