Un viaggio continuo alla ricerca delle radici di una terra, dei suoi valori e delle sue intime connessioni.

Un altro atto di vandalismo a San Cesareo

di Laura Ferri

Ancora atti vandalici a San Cesareo. Dopo le panchine allestite nello spazio verde lungo via Casilina ignoti hanno divelto tavoli e panchine in località Macchiarella.

Purtroppo in entrambe le zone non sono presenti telecamere di videosorveglianza per cui sarà difficile risalire agli autori di tali “bravate”.

L’ipotesi più accreditata è che si tratti di gruppi di giovani, talvolta giovanissimi visti da molti aggirarsi in paese con aria da duri e voglia di gettare scompiglio.

Una situazione non più tollerabile anche perché gli autori di queste “bravate” continuano a delinquere rimanendo impuniti - commenta il gruppo all’opposizione “Uniti per San Cesareo” -. Alcuni amministratori comunali si limitano a stigmatizzare i fatti sui social. È ora che l'Amministrazione Comunale prenda una posizione definitiva e la porti avanti con atti concreti, senza più tergiversare. Non vogliamo abituarci a questi episodi di vandalismo, perché sono il segno che non si ha il controllo della situazione.

Sulla vicenda l’unico ad intervenire sui social è stato il vicesindaco Stefano Sabbatucci che ha commentato così l’accaduto:

Cinghiali? No, teste di c. Investiremo ogni risorsa, ogni energia per fermare questo delirio.