Lorem ipsum dolor sit amet, consectetuer vitae adipiscing elit. Aenean commodo ligula eget ut, dolor. Aenean massa. Cum sociis pretium qui asem. Nulla consequat massa quis.

Post più letti

Iscriviti alla newsletter
[contact-form-7 404 "Non trovato"]

Un compleanno finito in tragedia: due morti e un ferito grave tra San Cesareo e Colonna


30 anni oggi. Doveva essere una festa, si è trasformata in tragedia

Un compleanno finito in tragedia. È questa (secondo quanto riportato dalle forze dell’ordine) la triste ricostruzione dei fatti che emerge dal luogo del terribile incidente avvenuto intorno alle 6,30 di stamattina sulla via Casilina tra San Cesareo e Colonna. F.M., 30 anni compiuti oggi, residente a Palestrina (a confine con Labico), si era messo alla guida della sua Bmw Serie 1 di ritorno da una serata ai Castelli, quando in prossimità di una curva al chilometro 25, prima del distributore Eni, l’auto ha impattato contro una bisarca. Uno scontro devastante che non ha lasciato scampo a due persone che viaggiavano con lui: M. P., di anni 33 di San Cesareo e S. P., 58 anni, di Palestrina, morti praticamente sul colpo.

Ferito senza gravi conseguenze il conducente del grosso mezzo, un uomo di 47 anni della provincia di Frosinone che in quel momento aveva intrapreso il viaggio di lavoro verso Frosinone per il trasporto di diverse auto, dopo aver fatto un rifornimento (sopra la foto).

I SOCCORSI

Sul posto intervengono due ambulanze, la polizia stradale di Albano e di Colleferro e i vigili del fuoco di Palestrina, impegnati nel taglio delle lamiere dell’auto accartocciate sotto la spinta del grosso mezzo. Il personale sanitario intervenuto si accorge subito della gravità della situazione. Due morti e un codice rosso: si decide per il trasporto a Palestrina del ferito. Il giovane 30enne riporta un grave trauma toracico, ha una gamba rotta: viene intubato e indotto in coma farmacologico. Secondo le prime informazioni trapelate dall’ospedale, la tac alla testa sarebbe negativa, i medici sarebbero fiduciosi sul suo recupero. 

LE INDAGINI

Saranno le indagini a chiarire cosa sia accaduto in quel tratto maledetto, dove nell’ultimo anno hanno perso la vita già due persone.

Leggi anche  4 morti e una ventina di positivi: focolaio in una Rsa a Grottaferrata

Sul posto è presente l’autorità giudiziaria per il riconoscimento delle vittime e tutti gli accertamenti del caso. C’è la bisarca, che ha riportato seri danni al motore, mentre l’auto è stata condotta presso il deposito Finotelli di Monte Porzio Catone.

Così si consuma un tragico sabato: doveva essere una festa, si è trasformato in un dramma senza precedenti all’alba di un giorno apparentemente tranquillo.

Cordoglio da parte delle autorità.

Ho appena appreso la notizia – dichiara a Monti Prenestini il sindaco di Palestrina Mario Moretti – Intendo esprimere il mio cordoglio e la vicinanza alle famiglie per questa tragedia che ci riguarda da vicino”.

LE POLEMICHE

“Venuti a conoscenza del grave incidente mortale,avvenuto alla h.6,30 di stamattina,noi del Tribunale diritti del Malato-Cittadinanzattiva,ANCORA UNA VOLTA ,chiediamo di sapere :Sono state rispettate le linee guida SCIENTIFICHE riguardo l’assistenza per i gravi politraumi stradali,secondo le quali il paziente sopravvissuto in codice rosso andrebbe portato tramite mezzo con medico dell’emergenza a bordo all’ospedale più IDONEO e più vicino?
Ricordiamo che dal luogo dell’incidente,in poco tempo,si raggiunge il policlinico universitario di Tor Vergata…e non solo !Ciò,per garantire il concetto di GOLDEN HOUR…cioè entro un’ora il paziente deve avere il MASSIMO DELL’ASSISTENZA POSSIBILE.

La scelta riguardante l’Ospedale di Palestrina,priva di Reparto di Rianimazione e di altri Reparti, presenti solo in alcuni determinati Ospedali,è stata quindi veramente corretta?
E per quanto tempo ,realmente, il paziente è rimasto a Palestrina,prima di essere trasferito?
Da fonti ufficiose,il trasferimento sarebbe avvenuto solamente verso mezzogiorno…

Questi interrogativi non vengono posti per sollevare polemiche,augurandoci quindi,innanzitutto, che il paziente guarisca al più presto e perfettamente,ma per ricordare a tutti noi che sul nostro territorio non esistono ambulanze con medico dell’emergenza a bordo,mentre sarebbe importantissimo averne qualcuna,perché non sempre l’eliambulanza è disponibile.Spesso,inoltre,diventa molto complicato trasferire il paziente,in un secondo tempo,presso un Dipartimento di Emergenza adeguato e disponibile…
CARI AMICI,RAGIONIAMO INSIEME SU QUESTE PROBLEMATICHE VITALI ED ATTIVIAMOCI TUTTI, PER ASSICURARCI CHE I NOSTRI DIRITTI COSTITUZIONALI SIANO RISPETTATI VERAMENTE !!!”

Leggi anche  Lazio, continua l'allerta maltempo

??CONTINUA A RIMANERE INFORMATO: METTI MI PIACE ALLA NOSTRA PAGINA??

8 Febbraio 2020
Due morti e un 30enne di Palestrina in coma: il dramma tra San Cesareo e Colonna
8 Febbraio 2020
Incidente drammatico a San Cesareo, Cittadinanzattiva: “Sono state rispettate le linee guida?”

Leave a comment

Your email address will not be published. Required fields are marked *