Un viaggio continuo alla ricerca delle radici di una terra, dei suoi valori e delle sue intime connessioni.

Un robot per “sconfiggere” l’autismo tra i finalisti di Nao Challenge a Zagarolo

Tra i progetti in finale per la Nao Challenge, la competizione sulla robotica che si tiene domani a Zagarolo, ha sorpreso tutti il progetto del Team J@NAO di Giarre (Cz).

L’idea è di aiutare un alunno autistico nello studio della matematica, in particolare nell’operare con le frazioni., grazie a un robot.

I componenti del team hanno realizzato una classica torta frazionaria in legno, con la preziosa collaborazione della sezione legno del Liceo Artistico “R. Guttuso”, in versione smart che comunica con il robot umanoide NAO. Il robot chiede all’alunno delle frazioni in maniera casuale da comporre con difficoltà crescente e quest’ultimo deve rispondere ponendo la fetta corrispondente alla frazione richiesta nella corretta posizione sul prototipo in legno. Il ragazzo autistico viene guidato soltanto dal NAO che interagisce con lui tramite la voce, il microfono, il cambio di colore degli occhi (verde risposta giusta – rossa risposta sbagliata), postura delle braccia e del corpo. Il docente o terapeuta potrà così studiare, analizzare e/o aiutare l’alunno semplicemente osservando la scena.

??RESTA SEMPRE AGGIORNATO: CLICCA MI PIACE ALLA PAGINA MONTI PRENESTINI QUI SOTTO??