Lorem ipsum dolor sit amet, consectetuer vitae adipiscing elit. Aenean commodo ligula eget ut, dolor. Aenean massa. Cum sociis pretium qui asem. Nulla consequat massa quis.

Post più letti

Iscriviti alla newsletter
[contact-form-7 404 "Non trovato"]

Valle del Sacco, approvato il piano di monitoraggio delle acque


Un passo importante per la bonifica del fiume: ecco che cosa si prevede

La Giunta regionale del Lazio ha approvato il piano di monitoraggio delle acque per uso potabile, irriguo e domestico nella Valle del Sacco. L’intervento prevede una spesa di oltre 1,7 milioni di euro, finanziata con risorse FSC – Patto per il Lazio, e rientra nell’ambito dell’Accordo di Programma tra Regione e Ministero dell’Ambiente per la realizzazione delle opere di messa in sicurezza e bonifica del Sito di interesse Nazionale del Bacino del Fiume Sacco.
Dopo la recente approvazione del documento sulla “Caratterizzazione delle aree agricole ripariali” della Valle del Sacco, con un finanziamento di 4 milioni di euro, che punta a valutarne lo stato di contaminazione e i relativi interventi di ripristino ambientale, con il piano di monitoraggio delle acque ad uso potabile, irriguo e domestico sara’ possibile descrivere e determinare con accuratezza il grado di inquinamento idrico, secondo i parametri indicati dai decreti legislativi 31/2001 e 152/2006, con specifica attenzione ai marker delle contaminazioni del fiume Sacco, come esaclorocicloesano e altri fitofarmaci.

CHIAMA E ORDINA I PRODOTTI

In particolare, questo intervento dovra’ definire l’entita’ delle contaminazioni, anche di quelle collegate alle zone industriali;
stabilire i valori di fondo per le acque sotterranee; individuare la zona di interazione e mixing falda-fiume Sacco; monitorare il livello di inquinamento delle acque per verificare l’efficacia degli interventi di contenimento e/o di bonifica, che verranno attivati dopo l’individuazione della sorgente puntuale o diffusa responsabile della contaminazione; valutare il grado di contaminazione delle falde sotterranee e stimarne l’eventuale estensione.

Ordina i prodotti tipici del territorio dei Monti Prenestini al +39 328 925 6975


Monitorare le acque potabili irrigue e domestiche, pertanto, permettera’ di avere un definitivo quadro aggiornato della situazione ambientale del SIN Bacino del Fiume Sacco, rappresentando lo stato di “salute” del territorio. L’intervento verra’ realizzato in collaborazione con Arpa Lazio, Ispra, Asl e Istituto Superiore di Sanita’ e consentira’ anche un’importante azione di controllo e sorveglianza sanitaria, insieme a quella epidemiologica, favorendo un’accurata misura di prevenzione e controllo del rischio sanitario.

30 Aprile 2020
“Sarei andata a fare l’elemosina pur di non perdere mio padre”
30 Aprile 2020
Coronavirus, nel Lazio è record di guariti. 71 i nuovi casi

Leave a comment

Your email address will not be published. Required fields are marked *