Un viaggio continuo alla ricerca delle radici di una terra, dei suoi valori e delle sue intime connessioni.

Valmontone, stretta sull’abbandono dei rifiuti: multe fino a 500 euro

a cura della redazione

 

Con un’ordinanza pubblicata sul sito web comunale, a Valmontone viene applicata una stretta contro lo smaltimento errato dei rifiuti. 

La raccolta differenziata “porta a porta”, organizzata per raccogliere al domicilio di ciascun utente il rifiuto secondo giorni specifici e tipologie, ha l’obiettivo di diminuire l’inquinamento, riducendo al minimo la frazione indifferenziata, costruendo un ciclo virtuoso di economia circolare.

a San Cesareo

Effettuare in modo errato lo smaltimento dei rifiuti o, peggio, non poterla fare in quanto evasori totali della Tari comportano seri danni all’ambiente, aumentano le bollette dei cittadini regolari e gravano sulle casse comunali.

E’ per questo motivo che, con un’ordinanza del sindaco Veronica Bernabei, si specificano nel dettaglio le modalità di corretto smaltimento dei rifiuti e si introduce un regime di sanzioni per chi continui a non rispettare le regole e la propria città.

Ecco alcuni esempi con relative sanzioni:

– abbandono sul suolo pubblico di MOZZICONI DI SIGARETTA O DEIEZIONI CANINE: multe da 30 a 120 euro

– abbandono sul suolo pubblico di RIFIUTI PERICOLOSI: multe da 300 a 500 euro

– abbandono sul suolo pubblico di RIFIUTI INERTI o INGOMBRANTI: multe da 300 a 500 euro

– abbandono sul suolo pubblico di SFALCI E POTATURE: multe da 80 a 320 euro

– abbandono sul suolo pubblico di RIFIUTI FUORI DAI CONTENITORI PREVISTI: multe da 100 a 300 euro

– abbandono sul suolo pubblico di RIFIUTI INDIFFERENZIATI: multe da 100 a 400 euro

– conferimento NEI CESTINI STRADALI DI RIFIUTI DOMESTICI: multe da 80 a 320 euro

I controlli verranno effettuati dalla polizia locale, e dai carabinieri, anche con l’ausilio di video trappole. Per evitare di dover pagare pesanti sanzioni e al fine di contribuire, tutti insieme, a mantenere pulita la città e a salvaguardare l’ambiente, si pregano tutti i cittadini di prendere visione attentamente dell’ordinanza n.96 del 27 giugno 2024 disponibile al link: