Un viaggio continuo alla ricerca delle radici di una terra, dei suoi valori e delle sue intime connessioni.

Vetri in frantumi e auto saccheggiate. L’ennesimo episodio a San Cesareo

di Laura Ferri

 

Vetri rotti, e auto saccheggiate nei pressi della chiesa “Madonna della Fiducia” di San Cesareo, nel popolato quartiere di Colle San Pietro.

Amara sorpresa per i proprietari di alcune vetture che avevano partecipato alla messa serale dedicata al giorno di Ognissanti.

All’uscita hanno trovato i vetri dei finestrini in frantumi, e mazzi di chiavi e telefoni cellulari portati via.

A San Cesareo - Scopri di più

Chi era dentro alla chiesa riferisce di non essersi accorto di nulla, i malviventi hanno saputo come muoversi approfittando del tempo impiegato per la funzione religiosa.

I proprietari delle vetture oggetto di danneggiamento e furti hanno sporto denuncia.

Negli ultimi mesi a San Cesareo si sta assistendo ad un escalation di furti e atti di delinquenza. I cittadini si interrogano sul boom di criminalità e chiedono interventi da parte delle istituzioni per tornare a una vita più serena.

A Palestrina - Scopri di più
FURTI IN PIENO GIORNO

Notizie di furti presso abitazioni private, in varie zone di San Cesareo sono all’ordine del giorno. L’ultima risale allo scorso 30 ottobre sempre nel quartiere di Colle San Pietro, dove c’è stato un tentativo di furto in pieno giorno.

Erano circa le ore 12:00 quando due ragazzi armati di coltello, età presunta 25 anni, a volto scoperto entrambi con cappellino, dopo aver scavalcato la recensione di un villino si sono diretti alla porta d’ingresso dell’abitazione tentando di manomettere la serratura.

Il proprietario, che si trovava in giardino, è stato allertato dal suo cane che si è messo subito ad abbaiare. I due presi alla sprovvista sono fuggiti, invano il tentativo del proprietario di raggiungerli e fermarli.

Sono fuggiti a bordo di una fiat 500 bianca guidata da una donna che stava facendo da palo all’esterno del villino.

FAMIGLIA ARRESTATA PER SPACCIO DI DROGA

Qualche giorno un uomo di 53 anni e i due figli di 26 e 23 anni, sono stati arrestati.

I tre avevano dato vita ad una rilevante attività di spaccio all’interno della villetta di famiglia a San Cesareo ma, grazie all’attività di osservazione posta in essere dagli agenti dell’VIII Distretto Tor Carbone, i 2 ragazzi sono stati intercettati e trovati con della cocaina mentre erano in macchina fuori dalla villa.

È quindi scattata la perquisizione, nonostante il tentativo dei 2 di ostacolare l’ingresso in casa degli agenti. All’interno, oltre al padre, sono stati scoperti altri 800 grammi di sostanza tra cocaina, marjuana e hashish, oltre al materiale per l’impacchettamento e del contante.

UNA DONNA E UN UOMO DANNO IN ESCANDESCENZE

Il 18 ottobre intorno alle ore 14:00 una donna, in evidente stato di alterazione, ha dato in escandescenze su Via Casilina prendendo a calci e pugni auto e passanti.

Necessario l’intervento di Carabinieri e personale sanitario che sono riusciti a portare via la donna solo dopo averla sedata.

Nello stesso giorno intorno alle ore 18:30 un uomo nudo in stato di forte agitazione ha gettato il panico per le vie del centro cittadino. Dopo aver percorso piazza Giulio Cesare senza abiti si è buttato sulla carreggiata di via Casilina, e solo per puro caso non è stato investito dalle auto che numerose percorrono quel tratto di strada.

Sul posto sono intervenute subito le forze dell’ordine e un’ambulanza che ha portato via l’uomo.

ATTI DI VANDALISMO SU BENI PUBBLICI

Dopo le panchine allestite nello spazio verde lungo via Casilina, il 2 ottobre ignoti hanno divelto tavoli e panchine in località Macchiarella.

Purtroppo in entrambe le zone non sono presenti telecamere di videosorveglianza per cui sarà difficile risalire agli autori di tali “bravate”.

L’ipotesi più accreditata è che si tratti di gruppi di giovani, talvolta giovanissimi visti da molti aggirarsi in paese con aria da duri e voglia di gettare scompiglio.

ASSALTO ALLA BANCA

Domenica mattina, 1 ottobre, intorno alle ore 5:00 presso la sede della Blu Banca, in Piazza Giulio Cesare a San Cesareo quattro delinquenti, incappucciati e armati di mazze, hanno sfondato la vetrata laterale riuscendo ad entrare all’interno del locale.

Una volta entrati hanno scardinato la cassaforte tentando di tirarla fuori agganciandola ad un furgone rubato.

Nel fare a marcia indietro, nel tentativo di avvicinare il mezzo il più possibile alla cassaforte, la balaustra parapedonale è stata piegata.

E’ successo tutto nell’arco di 10 minuti, ma i forti rumori hanno subito svegliato gli abitanti di zona che hanno allertato i Carabinieri.

L’arrivo della radiomobile ha messo in fuga i malviventi scappati a bordo di un’auto.

Il furgone, risultato rubato, è stato sequestrato.

Al vaglio degli inquirenti i filmati registrati dalle telecamere di videosorveglianza estrapolati dalla Polizia Municipale di San Cesareo

FURTO IN UN’ABITAZIONE RIPRESO DALLE TELECAMERE

Dieci minuti esatti, dalle 19:30 alle 19:40. Tanto è bastato a due ladri per mettere a soqquadro una villetta di via Don Minzoni, a San Cesareo lo scorso 12 giugno.

Due giovani, un uomo e una donna, dopo aver scavalcato la recinzione hanno suonato più volte al campanello per accertarsi che in casa non ci fosse nessuno.

Poi hanno forzato la porta finestra dell’abitazione con un lungo cacciavite riuscendo ad entrare. Dopo aver rovistato negli armadi e tra i cassetti, sono fuggiti portando via alcuni gioielli riposti in una scatola portagioie e 250€ in contanti.

A riprendere la scena le immagini di videosorveglianza in cui si sentono anche le voci dei due.

La proprietaria dell’abitazione conosce diverse lingue, ma non è riuscita ad individuare quella parlata dalla coppia di ladri e pensa che possa trattarsi di rom.

I ladri forse avevano studiato bene le abitudini della famiglia, approfittando di quell’orario in cui il marito è a lavoro e la moglie a seguire i figli impegnati nelle lezioni di Judo.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: