Un viaggio continuo alla ricerca delle radici di una terra, dei suoi valori e delle sue intime connessioni.

Vis Casilina (calcio), Buson sarà il tecnico della nuova Under 17 regionale: “Sono tornato a casa”

Roma – La Vis Casilina annuncia la prima importante novità nello staff tecnico della prossima stagione. L’Under 17 regionale, che quest’anno si è salvata nello spareggio contro la Borghesiana, sarà allenata da Alessandro Buson. Il tecnico, che due anni fa allenava il Certosa, è rimasto fermo nell’ultima stagione: “Motivi di lavoro mi hanno impedito di proseguire il percorso al Certosa. Ho visto tantissime partite in questa stagione, il campo mi mancava da morire. Per me è un ritorno a casa e sono veramente felice perché ho cominciato a giocare a calcio proprio al “De Fonseca” dove sono stato fino all’età di 16 anni, poi sono tornato come allenatore della Scuola calcio nel 2019 con la vecchia gestione societaria che mi ha affidato anche l’Under 19. Ora rientro nella Vis Casilina, società che è ripartita da zero e ha creato un buon movimento nel giro di poco tempo. Ho sempre apprezzato il presidente Enrico Gagliarducci, già dai tempi della Borghesiana, mentre il direttore sportivo Tonino Rovere è stato mio allenatore proprio nelle giovanili del Casilina. Entrambi conoscono il mio percorso da allenatore e si aspettano tanto. Qui c’è voglia di crescere e ho notato da subito una forte condivisione delle idee e degli obiettivi per il bene della società. È un ambiente tranquillo dove si può lavorare senza pressioni”. Le prime impressioni di Buson sul gruppo 2008 sono positivo: “Sono ragazzi molto ben allenati che hanno sfiorato la vittoria nel campionato Under 16 provinciale con mister Manuel Ricci. Alcuni elementi già li conosco, altri arriveranno. Sono convinto che questi ragazzi possano alzare tanto il livello delle loro prestazioni. La salvezza? E’ un obiettivo riduttivo, noi vogliamo provare a fare il massimo e confrontarci con le migliori avversarie”. Buson è già all’opera: “Stiamo facendo due sedute a settimana il martedì e il venerdì dalle 18 alle 20 e continueremo fino a fine giugno per osservare da vicino vecchi e nuovi. Faremo qualche amichevole e da sabato cominciamo un quadrangolare sul campo della Magnitudo”.