Un viaggio continuo alla ricerca delle radici di una terra, dei suoi valori e delle sue intime connessioni.

Vis Casilina (calcio, Prima cat.), Dantimi è sicuro: “Non sono preoccupato per la classifica”

Roma – La Prima categoria della Vis Casilina è reduce da un pareggio sul campo del Labico che ha lasciato qualche rimpianto. A parlarne è l’esperto centrocampista (che ultimamente sta giocando da seconda punta) Claudio Dantimi: “Una gara in cui siamo stati penalizzati dall’arbitraggio. Già nel primo tempo, terminato sullo 0-0, abbiamo giocato di più noi, mentre loro si sono affidati soprattutto a palle lunghe. Nella ripresa siamo andati in vantaggio con un gol di Ballarini a cui dopo è stata anche annullata una rete regolare, mentre nel finale abbiamo subito un gol dopo un tocco di mano e col giocatore avversario in fuorigioco. Avremmo meritato di vincere, ma non è la prima partita che veniamo beffati”. La Vis Casilina è quart’ultima, ma rimane a distanza di sicurezza dalla “zona rossa”: “Non sono preoccupato perché abbiamo valori superiori alle tre squadre che sono alle nostre spalle. Anzi la nostra classifica è bugiarda, infatti abbiamo messo in difficoltà praticamente tutte le avversarie della prima fascia di questo girone. Purtroppo siamo stati penalizzati dall’aver perso nel tempo giocatori importanti come Bornivelli, Gespi e De Palma che in questa categoria fanno la differenza e adesso vengono aggregati al nostro gruppo diversi ragazzi dell’Under 19, ma rimaniamo comunque una squadra di valore”. Il centrocampista classe 1989 si sta adattando a giocare anche da seconda punta: “Lo faccio senza problemi anche perché a questa squadra piace giocare palla a terra e quindi vengo coinvolto anche se gioco qualche metro più avanti. Il rapporto con mister Papotto? È buono. Quando ero piccolo sono stato allenato dal fratello al Tor Tre Teste, lui è riuscito a instaurare un buon feeling con tutto il gruppo”. Nel prossimo turno c’è la sfida interna al Football Club Frascati fanalino di coda e Dantimi chiede a tutti di tenere alta la concentrazione: “Non possiamo prendere sotto gamba questa partita, sono tre punti fondamentali”.