Un viaggio continuo alla ricerca delle radici di una terra, dei suoi valori e delle sue intime connessioni.

Volley Club Frascati, Rachele Musetti: “Bella vittoria dell’Under 14, così cresce l’autostima”

Frascati (Rm) – E’ un’Under 14 femminile in crescita quella del Volley Club Frascati. Le ragazze allenate da Rachele Musetti hanno piegato Genzano per 3-2 nell’ultimo match di campionato. Lo “scalpo” delle prime della classe è sicuramente un segnale confortante del percorso di crescita del gruppo. “E’ stata la seconda vittoria stagionale delle ragazze – dice la Musetti – Le avevo tranquillizzate prima delle partita perché erano molto tese nell’affrontare la capolista ed ero curiosa di capire quale sarebbe stato il loro atteggiamento in campo. Abbiamo perso il primo set, poi “ribaltato” il risultato e successivamente la squadra ospite ha rimandato tutti i discorsi al tie-break. Nel quinto parziale c’era tanta emozione, ma anche una grande voglia di completare l’opera e vincere la partita e alla fine è arrivato un successo importante per l’autostima delle ragazze”. D’altronde questo è un gruppo variegato: “La metà della rosa già giocava a pallavolo, ma altri elementi invece si sono avvicinati quest’anno alla nostra disciplina. Lo spirito con cui stiamo affrontando questo campionato è “semplicemente” quello di cercare di fare il meglio possibile. Le ragazze si stanno conoscendo e si impegnano tanto, sia durante gli allenamenti che nelle partite. Il passaggio dall’Under 13 all’Under 14 si sente, il gioco è più veloce e le difficoltà sono maggiori, ma le qualità non mancano a questo gruppo”. Nel prossimo turno di domenica, il Volley Club Frascati sarà impegnato a Valmontone. “Non conosciamo le avversarie, ma l’obiettivo di questa squadra dev’essere quello di crescere come gruppo e a livello individuale, il risultato ha un valore relativo”. Anche la ventenne Musetti è alla sua prima esperienza da tecnico nell’agonistica: “L’anno scorso avevo allenato solo nel minivolley, impegno che sto portando comunque avanti anche in questa stagione. Ora vedo diversi aspetti che non percepivo da atleta e comunque avverto una grande responsabilità nell’allenare ragazze così giovani”.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: