Un viaggio continuo alla ricerca delle radici di una terra, dei suoi valori e delle sue intime connessioni.

WorkAbile, così le aziende del territorio cambiano prospettiva a partire dal mondo disabile

Carla è una persona con difficoltà motorie, grazie alla sua caparbietà oggi è un’imprenditrice di successo. Giuseppe è costretto a vivere su una sedie a rotelle dopo un incidente, oggi è diventato un punto di riferimento per un’azienda ortopedica. Stefano è un manager di successo che ha scoperto il grande valore di avere in azienda persone con disabilità.

Sono solo alcune storie storie di successo raccontate oggi a Palestrina presso la sala conferenze Dea Fortuna della Itop – Officine Meccaniche nell’ambito di un ciclo di conferenze organizzato dall’associazione WorkAbile.

Un incontro “attorno alle buone prassi, una tavola rotonda tra realtà virtuose”, questo il titolo della conferenza che ha visto la partecipazione di Francesco Mattogno, presidente della Itop, Manuel Magliocchetti, ex vicesindaco di Palestrina, Cristina Galbusera, Gruppo Bnp Paribas, Stefano D’Amico, manager del gruppo D’Aamico e del presidente dell’associazione WorkAbile, David Tucci.

Una tavola rotonda per fare un punto sull’applicazione della legge che detta i principi di inserimento delle persone con disabilità nelle aziende con oltre 15 dipendenti e riflettere sul valore della disabilità all’interno dei luoghi di lavoro. Emblematici i racconti di Cristina Galbusera e Stefano D’Amico, che hanno portato gli esempi delle loro aziende, dove i dipendenti con handicap hanno portato un valore aggiunto sia all’interno del luogo di lavoro che nel rapporto con la clientela. E così Bnl grazie a all’impiego di persone con handicap dell’udito è diventata un’impresa più inclusiva, equa e solidale con un concreto beneficio anche in termini economici. Il Gruppo D’Amico ha scoperto invece come è cambiata la prospettiva e vision dell’azienda dopo l’inserimento di due persone con difficoltà che hanno portato un valore aggiunto sia in termini di produttività che di sensibilità per l’approccio alle vendite.

Da sempre impegnato nel mondo della disabilità, Francesco Mattogno, presidente dell’Itop – Officine Meccaniche, società leader nel settore, ha condiviso con i presenti alcune storie di buove pratiche, sia all’interno della propria azienda che nella sua esperienza di imprenditore in giro per l’Europa.

L’intervento di Manuel Magliocchetti

Oggi l’Italia è rimasta indietro rispetto ai Paesi Anglosassoni sul tema dell’inserimento delle persone con disabilità, ma le recenti leggi, l’attenzione e l’impegno operato nei territori dalle associazioni di categoria come WorkAbile indica che c’è un cambiamento in corso. A chiusura degli interventi, Manuel Magliocchetti ha sottolineato proprio la necessità di un cambiamento culturale profondo all’interno della società, affinché “queste buone pratiche possano trovare terreno fertile in tutte le aziende italiane, per una società più giusta, aperta e solidale”.

??RESTA SEMPRE AGGIORNATO: CLICCA MI PIACE ALLA PAGINA MONTI PRENESTINI QUI SOTTO??