Lorem ipsum dolor sit amet, consectetuer vitae adipiscing elit. Aenean commodo ligula eget ut, dolor. Aenean massa. Cum sociis pretium qui asem. Nulla consequat massa quis.

Post più letti

Iscriviti alla newsletter
[contact-form-7 404 "Non trovato"]

Zagarolo, la storia di Desirè campionessa in sella del suo migliore amico


Sono cresciute da “sorelle” e ancora da “maestra e allieva”, “mamma e figlia”. Domenica sono salite sul podio più alto a livello regionale

Il 13 Settembre si è concluso un lungo weekend all’insegna dello sport equestre con il Campionato Regionale Lazio. Nella disciplina di Pole Bending, categoria professionisti, la giovane Desiré Berardi, residente a Zagarolo, si è classificata al primo posto in sella al suo cavallo Nebbia.

Desiré ha ottenuto il podio per 4 gare di fila, posizionandosi ogni volta al primo posto, arrivando ai festeggiamenti finali di Domenica. Desirè, grazie al costante allenamento, ai sacrifici e all’amore per il suo cavallo, ha raggiunto questo importante traguardo, dopo essere stata campionessa europea nel 2017 e 2018 nella categoria professionisti.

LA STORIA

È l’esempio perfetto del “binomio”, che in gergo scientifico è quel rapporto speciale che si instaura tra uomo e cavallo talmente unico da creare una sincronia emotiva. Questa è la storia di Desirèe e Nebbia, nate entrambe a Zagarolo, la prima nel 2006, la seconda nel 2009. Sono cresciute da “sorelle” e ancora da “maestra e allieva”, “mamma e figlia”, tutte queste cose insieme fuse una all’altra, in una misura tale che oggi non ha più senso dire chi dei due stia effettivamente addestrando l’altro.

Una vita vissuta insieme fin dalla tenera età che è diventata una passione a partire dall’età di soli 4 anni per Desirèe. A trasmetterla è stato sicuramente papà Massimo, campione regionale di Pole Bending nel 2015 e 2016, da sempre appassionato di cavalli. Anche Nebbia si è fatta trascinare dalla passione di “famiglia”: lei che era nata da una mamma non di razza acquistata da un commerciante di Zagarolo è diventata oggi una delle icone del Pole Bending. È una delle discipline più avvincenti tra gli sport equestri e consiste nel percorrere una linea retta di paletti disposti a una distanza di 6.4 metri l’uno dall’altro facendo uno slalom fra questi senza abbatterli, e ritornare indietro sul lato opposto. Una passione di famiglia che si è tramutata in sport agonistico e  in una serie di successi senza fine per Desireè e Nebbia.

Il binomio è stato campione italiano nel 2016, campione europeo “pole junior” e “pole open” nel 2017 e 2018, vincitrice della top 10 Europa nel 2017 e sempre nello stesso anno tanti titoli come una Coppa Italia, un Campionato regionale e un Campionato nazionale. Insomma stiamo parlando di un astro nascente in questa disciplina dove contano tanto impegno e sacrificio, sia economico che di tempo. Desireè e Nebbia si allenano quasi tutti i giorni, solo così si possono ottenere grandi risultati.

Il 2019 è stata una delle annate più tristi per la coppia a causa dell’infortunio a una gamba per Nebbia, un episodio per cui Desireè ha sofferto molto ma che ha suscitato fin da subito una gran voglia di ripartire per inseguire nuove mete. Il suo sogno, dopo quello di cavalcare nell’arena di Verona (il massimo per un cavaliere) è quello di disputare una gara negli Stati Uniti, la patria del Pole Bending e del western.

20 Settembre 2021
Il Redentore di Guadagnolo, nascita e ricostruzione del monumento prenestino
20 Settembre 2021
Palestrina, da domani tornano i parcheggi a pagamento: tutte le novità

Sorry, the comment form is closed at this time.