Lorem ipsum dolor sit amet, consectetuer vitae adipiscing elit. Aenean commodo ligula eget ut, dolor. Aenean massa. Cum sociis pretium qui asem. Nulla consequat massa quis.

Post più letti

Iscriviti alla newsletter
[contact-form-7 404 "Non trovato"]

Zagarolo: non si ferma la macchina della solidarietà


Continuano le iniziative della Croce Rossa comitato locale Gabio a favore della comunità

Nello scorso weekend la Croce Rossa Italia, Comitato Locale Gabio, ha donato viveri e beni di prima necessità alla Caritas, Protezioni civili e Suore canossiane di Zagarolo. Sempre nel fine settimana i volontari hanno fornito assistenza presso la Casa della Salute di Zagarolo, dove sono stati effettuati i test sierologici sui soggetti campionati casualmente dall’ISTAT e chiamati dal Centro di Controllo di Croce Rossa Italiana.

“La Croce Rossa Italiana, Comitato Locale Gabio, è una realtà importante del nostro territorio – spiega il Sindaco di Zagarolo, Lorenzo Piazzai. – La loro presenza, insieme a quella dei volontari delle Protezioni Civili, è stata fondamentale nel periodo della quarantena. In particolar modo, il Comitato Gabio è stato il primo a rendere fruibili le mascherine a favore della nostra Comunità. Un gesto che non è rimasto isolato: il lavoro che continuano a svolgere è sempre costante e mai fine a sé stesso. GRAZIE!”

“La donazione di beni di prima necessità alle associazioni e alle suore di Zagarolo è l’ennesimo gesto di solidarietà verso chi ne ha bisogno – aggiunge l’Assessore alle Politiche sociali di Zagarolo, Alessandra Ercoli. – Sempre grazie alla supervisione dell’Ufficio dei Servizi Sociali, la distribuzione dei viveri avverrà tra le realtà più bisognose di Zagarolo. La Rete di Solidarietà, che sin dall’inizio dell’emergenza epidemiologica ha lavorato in sinergia, non intende abbassare la guardia neanche in questa seconda fase”.

9 Giugno 2020
Zagarolo: continua la macchina della solidarietà
9 Giugno 2020
Coronavirus, nel Lazio una nuova zona rossa. E la procura ipotizza l’apertura di un fascicolo

Leave a comment

Your email address will not be published. Required fields are marked *