Un viaggio continuo alla ricerca delle radici di una terra, dei suoi valori e delle sue intime connessioni.

Zagarolo, travolta in strada: 35enne indagata per omicidio stradale

Riceviamo e pubblichiamo Studio3A-Valore S.p.A.

 

Il Pubblico Ministero della Procura di Tivoli, dott. Gabriele Iuzzolino, come da prassi ha iscritto nel registro degli indagati per l’ipotesi di reato di omicidio stradale la automobilista che lunedì 12 giugno 2023, poco dopo le 11 del mattino, lungo via Gallicano, a Zagarolo (Roma) ha inopinatamente investito e ucciso la sessantacinquenne del posto parrucchiera a domicilio Anna Santori, che stava camminando a bordo strada: si tratta di una ragazza di 35 anni, anche lei residente a Zagarolo. 

chiama ora

Il Sostituto Procuratore ha altresì convalidato il sequestro dell’auto condotta dall’indagata, una Smart, a cui avevano proceduto nell’immediatezza gli agenti della polizia locale di Zagarolo, che ha effettuato i rilievi, e, soprattutto, ha ritenuto di disporre l’autopsia sulla salma della vittima per accertare le cause della morte e confermare che sia stata dovuta alle gravissime lesioni riportate in seguito al sinistro: l’incarico al medico legale scelto dal magistrato inquirente, il dott. Filippo Milano, sarà conferito sabato 17 giugno, alle 10, in Procura a Tivoli, l’esame avrà quindi luogo dalle 15.30 presso l’ospedale Tor Vergata di Roma.

Alle operazioni peritali parteciperà anche il medico legale dott. Antonio Grande quale consulente tecnico di parte messo a disposizione da Studio3A-Valore S.p.A., società specializzata a livello nazionale nel risarcimento danni e nella tutela dei diritti dei cittadini a cui, attraverso il responsabile della sede di Roma, Angelo Novelli, si sono affiati i congiunti di Anna Sartori per essere assistiti, fare piena luce sul tragico incidente e ottenere giustizia: la sessantacinquenne, che non era sposata e non aveva figli, ha lasciato un fratello con cui viveva, una sorella e due nipoti a cui era molto legata.

Una volta effettuata l’autopsia, l’autorità giudiziaria darà il nulla osta alla sepoltura e i suoi cari potranno fissare la data dei funerali, a questo punto la settimana prossima, che saranno partecipatissimi: la donna, anche per la sua attività di parrucchiera, era molto conosciuta e ben voluta da tutti nel suo paese e il suo tragico destino ha destato unanime commozione.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: