Lorem ipsum dolor sit amet, consectetuer vitae adipiscing elit. Aenean commodo ligula eget ut, dolor. Aenean massa. Cum sociis pretium qui asem. Nulla consequat massa quis.

Post più letti

Iscriviti alla newsletter
[contact-form-7 404 "Non trovato"]

5 Gruppi di camminatori si danno appuntamento a Poli: alla scoperta dei Monti Prenestini

I Monti Prenestini saranno i protagonisti indiscussi della Giornata del camminare in provincia di Roma. La manifestazione, che promuove la diffusione della cultura del camminare, è giunta quest’anno alla sua VIII edizione e vedrà protagonisti 6 associazioni del territorio tra Palestrina e Pisoniano dove ci sono tra i sentieri più affascinanti dell’intero territorio. Le 6 associazioni sono: Il Cammino Possibile, Sentiero Verde, Aefula, Poli Escursioni, Donne del Vicolo, Brain Community,

L’OBIETTIVO 

Quest’anno, oltre a tutte le iniziative legate al camminare, è stata dedicata un’attenzione particolare al tema del Turismo Lento (il 2019 è dedicato a questa particolare forma di fruizione turistica) attraverso la promozione dei camministorico culturali. Così FederTrek guarda lontano e punta ad arrivare con forza all’appuntamento del 2020 per dare un segnale forte in contemporanea allo scadere della programmazione finanziaria a disposizione per la sostenibilità energetica ed ambientale, oltre che l’appuntamento della sfida 2020 per la conservazione della natura.

Partecipa a Poli alle Giornate della cultura
L’EVENTO: TUTTI A POLI

5 gruppi di camminatori si ritroveranno a Poli dove nel pomeriggio sono attese attività, visite culturali e degustazioni. Alle 16,00 In Piazza Conti, i diversi gruppi di escursionisti saranno accolti dal caloroso benvenuto del Sindaco e dell’Amministrazione Comunale, che ha patrocinato l’evento della “Giornata del Camminare” 2019. 

Il gruppo folcloristico “Lemarié” e il complesso dei “Rock Reumatic”allieteranno il pomeriggio con balli, canti e buona musica. Saranno allestiti banchetti per la degustazione degli “stuzzicotti”,merende della tradizione contadina. 

GLI APPUNTAMENTI: I 5 PERCORSI DEI Monti Prenestini

1) “Camminando sui sentieri antichi” Sentiero Wojtyla – Sentiero Sant’Eustachio

Da Pisoniano percorreremo il Sentiero Wojtyla che si inerpica tortuoso sui Monti Caprini fino a raggiungere il Santuario della Mentorella che rappresenta una tappa obbligata sia dal punto di vista naturalistico-paesaggistico che come luogo di culto e pellegrinaggio religioso e dove si può ammirare un belvedere eccezionale sulla valle del Giovenzano. Presso la foresteria del Santuario si potrà consumare il pranzo al sacco. Subito dopo si partirà alla volta del Monte Guadagnolo dove il panorama, ad ovest, si apre facendoci ammirare la Città di Roma e sullo sfondo il Mar Tirreno.Nel primo pomeriggio, percorrendo il Sentiero Sant’Eustachio 

SCHEDA

Durata: 7,30 H comprese soste; 

dislivello: m. 786 – km 11 ca Difficoltà: E; abbigliamento comodo, scarpe, scarpe da trekking e una borraccia di acqua.

Contatti: Duccio 3397004455 

Francesco 3384132850 

2) “Di Borgo in Borgo” 

Da San Gregorio da Sassola percorreremo l?antica Strada dell?Alberata fino al centro di Casape per poi risalire sul “Monte delle Monache” fino ad arrivare a Poli. 

L?Alberata è una strada realizzata tra la metà del 1500 alla seconda metà del 1600) dai cardinali Prospero Publicola Santacroce e Carlo Pio di Savoia. Collegava la residenza di Gericomio con San Gregorio e Casape. La sua lunghezza è di circa 13 km e furono messe a dimora circa 8000 tra querce e olmi. Ne percorreremo un breve tratto dove sono presenti alcuni esemplari di querce del 1600. 

San Gregorio, Casape e Poli: tre centri con struttura urbanistica tipicamente medievale, si ergono su roccia tufacea quasi a difesa dei monti prenestini e dell?agro romano antico; il loro territorio è poco antropizzato e sostanzialmente “integro” da un punto di vista naturalistico. Panorami mozzafiato sull?Agro Romano. 

L’importanza, non solo dal punto di vista militare ed economico, del territorio di San Gregorio da Sassola in tempo romano, è testimoniata dalla presenza di strutture mastodontiche quali l’Acquedotto dell’Aniene Vetere (ponte della Valle della Mola – 272 a.C.), l’Acquedotto dell’Acqua Marcia(ponte S. Pietro – 146 a.C.), l’Acquedotto dell’Aniene Nuova (ponte S. Antonio – risalente all’epoca di Claudio). 

Dopo l’annessione a Roma, i luoghi furono trasformati dai Romani in posti di villeggiatura dove trascorrervi i mesi più caldi tra una vittoria e l’altra. 

SCHEDA

San Gregorio da Sassola – Poli difficoltà E, lunghezza 10 Km, dislivello 100m, durata ca 4 ore

Ore 8:30 –San Gregorio da Sassola – Piazza Brancaccio (Castello Brancaccio) 

Giacca a vento K-Way, scarpe da trekking alla caviglia, pranzo al sacco, acqua abbondante Informazioni e prenotazioni Paolo 3313727212 

3) “…dalla Selciatella a Poli”  

Si partirà dalla Selciatella per ammirare due grandi Ponti Romani sugli acquedotti. Attraverseremo un tratto di campagna Romana, il Parco della Merla, Villa Catena per arrivare Poli dove ci attende una accogliente piazza, con prodotti tipici e musica! 

Uno degli acquedotti vicino San Gregorio da Sassola

SCHEDA

Difficoltà E, lunghezza 11 Km, dislivello 200 m, durata ca 7 ore (comprese soste). Spostamenti con mezzi propri o pullman. 

1° appuntam. ore 8:00 con pullman o auto proprie a Metro Rebibbia – Antico Casello 2° appuntam. ore 9:30 località Selciatella, previo accordo con gli accompagnatori 

INFORMAZIONI E PRENOTAZIONI 

Tel. Gabriele Lamorgese 3292050056; Fabio Piferi 3479002912; Anna Pigliautile 3495563373 Portare: Scarpe da trekking, giacca a vento, pranzo al sacco e abbondante acqua. 

4) “Poli: passeggiata tra ‘500 e 700 nei siti di pregio

L’itinerario che si snoderà nel corso della mattinata, dalle ore 9,30 alle ore 12, è PRIVO di BARRIERE architettoniche e inizierà dal km. 33,500 della via Polense (parcheggio), dove si trova l’ingresso principale di Villa Catena. Percorrendo gli antichi viali della tenuta, si potranno osservare dall’esterno i maggiori edifici storici del comprensorio, con una visita guidata curata dall’Associazione Culturale “Le Donne del Vicolo”(Franca 3358773409-Silvana 3351645686). 

I partecipanti, con mezzi propri, raggiungeranno il Centro Storico di Poli (Piazzale delle Orziere). Breve sosta per il pranzo al sacco e proseguimento della visita presso la Cappella gentilizia della Pietà, la Cappella di S. Maria Bianca e gli appartamenti di Torquato Conti. Percorrendo la via centrale del borgo, si visiterà la Parrocchia di S. Pietro Apostolo; proseguendo si raggiungerà la Piazzetta Giacinta Sanvitale. La visita pomeridiana nei siti di interesse presenta barriere architettoniche facilmente superabili. 

SCHEDA

Per informazioni e adesioni: Marco Bailetti 3494058276 

5) “Liberi di camminare sui Monti Prenestini” 

L’iniziativa promossa da Brain Community prevede un percorso da Castel San Pietro Romano a Poli attraverso la meravigliosa Valle delle Cannucceta. L’area protetta comprende il magnifico bosco delle Cannucceta costituito da una grande quantità di piante, dalle notevoli dimensioni, tra cui si possono annoverare degli splendidi esemplari di acero, cerri, carpini, tigli e roverelle (querce). Una di queste viene localmente detta “Del Pierluigi”, infatti, la tradizione vuole che l’albero sia stato compagno del grande compositore rinascimentale Giovanni Pierluigi da Palestrina, il quale si sarebbe recato proprio all’interno del bosco delle Cannucceta per cercare ispirazione per le sue composizioni e ristoro dalla calura. Un corso d’acqua fornisce umidità sufficiente all’ambiente e permette la crescita e lo sviluppo di un notevole numero di felci. A seguito del particolare microclima, nel bosco è presente anche il faggio. Il percorso prevede una tappa all’azienda Colamedici per un pranzo al sacco per poi imboccare verso la lunga discesa che conduce nel cuore del centro storico di Poli

SCHEDA

difficoltà E, lunghezza ca 7 km, durata ca 4 ore

Consigli: Abbigliamento idoneo, scarpe da trekking alte alla caviglia, K-way, pranzo al sacco e abbondante acqua. Per tutti i partecipanti è prevista copertura assicurativa 

In caso di maltempo l’escursione verrà rinviata. 

Per le escursioni n: 2, 3 e 4 è possibile usufruire di un pullman con partenza alle ore 8.00 da Roma metro B Rebibbia – Bar Antico Casello, al costo di 10,00 euro

8 Ottobre 2019
“Saving Humans”, al Wiki Hostel un grande incontro per Mediterranea
8 Ottobre 2019
Restano disperate le condizioni del piccolo aggredito da una scrofa a Corcolle. Il papà: così l’ho salvato

Leave a comment

Your email address will not be published. Required fields are marked *