Un viaggio continuo alla ricerca delle radici di una terra, dei suoi valori e delle sue intime connessioni.

Bellegra e Genazzano ci ripensano: nuova data per l’inizio delle lezioni


A poche ore dalla data fissata dalla Regione Lazio, cambia tutto.

Prima la comunicazione dell’avvio del 14, poi il ripensamento a meno di tre giorni dalla data fissata dalla Regione. I primi Comuni a usufruire della possibilità di andare in deroga rispetto alle disposizioni fissate dalla Pisana a poche ore dal suono della campanella sono Bellegra e Genazzano.

In considerazione di ulteriori incontri e riunioni con la Dirigenza Scolastica, valutate le difficoltà nella gestione delle procedure organizzative interne ai diversi plessi scolastici, pur essendo stati effettuati tutti gli interventi per la messa in sicurezza degli ambienti scolastici e per l’accoglienza degli alunni nel rispetto delle normative anti covid, al fine di preparare al meglio l’accoglienza ed il sereno avvio delle attività scolastiche, il Sindaco e l’Amministrazione Comunale in accordo con la Dirigente Scolastica dell’Istituto Comprensivo G. Garibaldi, ritengono sia utile posticipare l’avvio dell’Anno Scolastico, secondo le seguenti date: LUNEDI’ 21 SETTEMBRE 2020Scuola Infanzia “La Signoretta”Scuola Media “ C. Marchesi” GIOVEDI’ 24 SETTEMBRE 2020 Scuola Primaria “G. Garibaldi”Scuola Infanzia “Bellesini”

Il Comune di Genazzano

Stesso discorso a Bellegra.

Vista la possibilità concessa ai sindaci di decidere in merito alla ripresa delle lezioni scolastiche, sentita la Dirigente Scolastica e avvertito il sindaco di Roiate, ho emesso l’ordinanza con la quale posticiperemo l’apertura della scuola di Bellegra al 24 settembre. Nei mesi estivi ci siamo impegnati per ottenere il parere favorevole al rilascio del Certificato di Prevenzione Incendi, come poche altre scuole, e l’edificio scolastico era adeguato alla riapertura immediata ma abbiamo ritenuto opportuno prendere questa decisione perché nei giorni 20 e 21 settembre ci saranno le elezioni per il referendum che comporterebbe doppia sanificazione dei locali scolastici con aggravio dei costi e disagi per gli alunni.

Il sindaco Flavio Cera
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: