Un viaggio continuo alla ricerca delle radici di una terra, dei suoi valori e delle sue intime connessioni.

title-image

Blog

Chitarra in spalla, scompare da casa e viene ritrovata a Bellegra

Una storia che aveva tenuto tutti col fiato sospeso ieri dopo l’appello della mamma pubblicato anche da Monti Prenestini. La storia è quella di Elisa, ragazza di 15 anni scomparsa dall’Anagnina e ritrovata a Bellegra.

A Olevano

Come da protocollo sono scattate le ricerche di polizia e carabinieri e le foto delle giovane sono state inviate anche a tutti i tassisti di Roma e diffuse sui social.

«La minorenne al momento della scomparsa indossava un pantalone colorato e delle scarpe nere Vans basse, una felpa nera e uno zaino dello stesso colore. È alta 1,60 metri, corporatura media carnagione chiara, capelli di colore rosso», il messaggio inoltrato dalla Questura. Grazie all’analisi delle celle telefoniche, le tracce di Elisa hanno portato all’area Tuscolana-Anagnina, esattamente dalla parte opposta delle città. «Chiediamo aiuto a tutti, Elisa potrebbe avere preso un pullman ed essersi allontanata da Roma», ha scritto in un appello pubblicato su Facebook la madre della giovane. Gli inquirenti si sono recati, quindi, nella grande stazione dei bus nella zona est di Roma. Lì la svolta alle indagini: un bigliettaio riconosce il volto della ragazza e conferma agli inquirenti che Elisa è salita a bordo di bus in direzione di Bellegra. I carabinieri della locale stazione dopo una breve ricerca hanno individuato Elisa su una panchina del parco pubblico.

Capelli rossi, chitarra in spalla, Elisa si era diretta nel borgo prenestino per il primo concerto della sua band.

L’operazione è stata condotta da polizia e carabinieri. Gli investigatori del commissariato Aurelio hanno individuato la minorenne alle porte di Roma dopo aver capito dove sarebbe andata dai video della stazione Anagnina e da alcune testimonianze, e i militari dell’Arma l’hanno rintracciata vicino al parco pubblico di Bellegra. Il ritrovamento è avvenuto anche grazie al dispositivo cellulare, agganciato per l’ultima volta in zona Anagnina.

I genitori sono andati a riprenderla con le forze dell’ordine.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: