Un viaggio continuo alla ricerca delle radici di una terra, dei suoi valori e delle sue intime connessioni.

Fumi tossici a San Cesareo, non è un’isteria collettiva: si apre uno spiraglio per la ricerca della verità


I comitati: “Perché abbiamo dovuto attendere anni per avere queste ammissioni?

Non era un’isteria collettiva. Era tutto vero quello che i cittadini segnalavano da anni. Non erano roghi tossici, né gli zingari. Quei disagi (fumi, rumori, polveri) provenivano da insediamenti industriali. Non era impossibile fare qualcosa. Il consorzio industriale di San Cesareo offre immediata disponibilità ad intervenire sui loro impianti.

Questo è il sunto della prima riunione della commissione fumi di ieri tenutosi nell’aula consigliare del Comune di San Cesareo alla presenza di tutti i comitati cittadini riuniti.

Perché si è atteso tanto a convocarla? Perché le aziende manifestano solo ora la loro disponibilità? Perché abbiamo dovuto attendere anni per avere queste ammissioni? A queste domande non sappiamo ancora dare risposta, ma prendiamo atto che un primo passo è stato fatto.

Che nessuno pensi però che i lavori della commissione si fermino qui, ora ci impegneremo ancora di più per appurare tutta la verità su questa triste vicenda che ha devastato la vita delle persone. Vi terremo aggiornati sui prossimi incontri.

Comitato Campo Gillaro – Associazione Aria Pulita – Associazione Valle Canestra

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: