Lorem ipsum dolor sit amet, consectetuer vitae adipiscing elit. Aenean commodo ligula eget ut, dolor. Aenean massa. Cum sociis pretium qui asem. Nulla consequat massa quis.

Post più letti

Iscriviti alla newsletter
[contact-form-7 404 "Non trovato"]

Il “gioco dell’oca” per non vedenti di Zagarolo premiato al Maker Faire


Riconoscimenti anche per i ragazzi dell’Itis di Genazzano

Sono due i progetti nati e incubati nello Spazio Attivo LOIC di Zagarolo che hanno partecipato e ricevuto premi nell’annuale evento europeo di creatività e innovazione.

Nella vetrina delle invenzioni hanno spiccato, infatti, “L’Oca del Campidoglio”, il gioco interattivo per educare divertendo i bambini non vedenti e ipovedenti, e il pannello a inseguimento solare prototipato da Massimo Proia di Sinergie aps – Zagarolo e da alcuni ragazzi dell’ITIS George BOOLE di Genazzano.

Massimo Proia, amministratore della sturtup Tecnoseta srl che si avvale della collaborazione di Antonella Della Bella e Maddalena Mariani, si è distinto anche per il progetto dedicato alla seta che vede nell’evoluzione della ricerca, programmazione e sviluppo di macchinari di seconda generazione la strada per migliorare i processi produttivi del prezioso materiale. Al Maker Faire di Roma la startup di Zagarolo ha presentato un filo di seta “made in Zagarolo”.


“L’Oca del Campidoglio” si è aggiudicato il secondo posto dell’edizione 2019 del Maker Faire. Si tratta di un gioco ideato da Fabiana Favorini, Digitalmente Robotica Educativa e Coding e Ideattivamente e consta “di dodici pulsanti affiancati da altrettante scritte in braille, mentre i colori d’insieme sono stati studiati su una tonalità specifica, che faciliti la partecipazione degli ipovedenti. Per ogni pulsante una voce femminile invita a rispondere alle domande in modo da salire di livello”.

“La presenza dello Spazio Attivo sta dando a Zagarolo una visibilità importante anche sotto il punto di vista dell’innovazione e della tecnologia – spiega il Sindaco di Zagarolo, Lorenzo Piazzai. – Dalla robotica alla seta, i nostri cittadini e le nostre associazioni si stanno impegnando in progetti che evolvono i processi produttivi e rendono più accessibile e inclusivo il gioco. Da parte mia, dell’Amministrazione comunale e della Comunità vada a tutti gli innovatori zagarolesi un grande in bocca al lupo”.

??RESTA SEMPRE AGGIORNATO: CLICCA MI PIACE ALLA PAGINA MONTI PRENESTINI QUI SOTTO??

22 Ottobre 2019
I giovedì letterari nel “Salotto retrò” di Bellegra
23 Ottobre 2019
Terza scossa di terremoto tra Artena e Valmontone

Leave a comment

Your email address will not be published. Required fields are marked *