Un viaggio continuo alla ricerca delle radici di una terra, dei suoi valori e delle sue intime connessioni.

Influenza, picco vicino: bambini e anziani i più colpiti


Nelle prossime settimane, sostengono gli esperti, complice proprio la riapertura delle scuole l’epidemia dovrebbe conoscere un’impennata

Si avvicina il picco di contagi per l’influenza stagionale. La scorsa settimana, prima che riaprissero le scuole (con il prevedibile ulteriore aumento dei casi) l’epidemia e’ gia’ tornata a crescere, con 286 mila nuovi contagi. Lo rileva il bollettino settimanale InfluNet dell’Istituto Superiore di Sanita’. Nel complesso dall’inizio del monitoraggio sono stati messi ko da febbre e dolore articolare 1 milione 877 mila italiani, con un’incidenza totale pari a 4,7 casi per mille assistiti. Colpiti maggiormente i bambini al di sotto dei cinque anni in cui si osserva un’incidenza pari a 10,4 casi per mille assistiti. Umbria, Marche, Lazio, Abruzzo e Campania le Regioni maggiormente colpite. “Nella 1 settimana del 2020 – sintetizza il rapporto – sale il numero di casi di sindrome simil-influenzale dopo il lieve calo registrato nella precedente settimana. L’aumento si registra maggiormente nei giovani adulti e negli anziani, rispetto ai bambini e ragazzi sotto i quindici anni dovuto ancora alla chiusura delle scuole per le festivita’ natalizie”.
Nelle prossime settimane, sostengono gli esperti, complice proprio la riapertura delle scuole l’epidemia dovrebbe conoscere un’impennata, per arrivare al picco previsto per fine gennaio. Al momento, in ogni caso, l’andamento della curva epidemica e’ simile a quello della scorsa stagione influenzale 2018-19.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: