Un viaggio continuo alla ricerca delle radici di una terra, dei suoi valori e delle sue intime connessioni.

La grande stagione del teatro Caesar. Spettacolo e celebrità a San Vito Romano

Dieci spettacoli con il meglio delle pieces italiane del momento. Così il grande teatro romano si trasferisce in provincia, a San Vito Romano per una nuova stagione 2019 tutta da vivere. E non si tratta assolutamente di un declassamento, basta conoscere da vicino il teatro Caesar di  via Remigio De Paolis per capire il valore di questa struttura.

Il merito è del suo direttore artistico Ulisse Marco Patrigiani, operatore e autore teatrale conosciuto in tutto il Paese per le sue collaborazioni in spettacoli e scenografie di grande successo. Alla presentazione che si è tenuta domenica scorsa, Ulisse ha voluto attorno a sé amici e artisti di grande spessore come i maestri Lando Buzzanca e Mariano Rigillo e ancora Pino Strabioli e Isabella Iannone premiati dal sindaco e altre autorità istituzionali per la loro opera artistica. Successo per il  successivo spettacolo “Cantastelle” con Andrea Perrozzi che con simpatia e leggerezza ha trasportato il pubblico in un viaggio nel meglio della musica italiana.
Una bella scoperta. 

LA STAGIONE

Dieci gli spettacoli in cartellone con attori e attrici anche di grande successo. Come ammazzare la moglie o il marito senza tanti perché di Antonio Amurri (1/11); Credici ancora Prof con Antonio Romano, Carlotta Ballarini (1/12); Uomini sull’orlo di una crisi di nervi, spettacolo cult che festeggia il 25° anno, per la regia di Rosario Galli (22/12); Parlami d’amore con Nathalie Caldonazzo, Francesco Branchetti, che ne cura anche la regia (19/01/20); la commedia musicale Mammamiabella! con Sabrina Pellegrino, Federico Perrotta, Valentina Olla con la regia di Elena Sofia Ricci (9/02); Ho adottato mio fratello, con la regia di Toni Fornari e Andrea Maia (23/02); Un grande grido d’amore, con Barbara De Rossi e Francesco Branchetti, che ne cura anche la regia (8/03); Anfitrione con Debora Caprioglio, Franco Oppini e la regia di Livio Galassi (22/03); Mammanapoli Mood, con la regia di Emiliano De Martino (26/04); a chiudere la stagione, Morta la zia la casa è mia, con Daniele Derogatis, Valeria Monetti, Maurizio Paniconi, Alessandro Tirocchi e la regia di Marco Simeoli (24/05).

LA STRUTTURA

Il Caesar si sviluppa su un solo piano: ha una hall completa di cassa e guardaroba, un foyer su entrambi i lati della platea, con il bar e i servizi per il pubblico e una zona laterale al palcoscenico con camerini e servizi per gli attori.