Lorem ipsum dolor sit amet, consectetuer vitae adipiscing elit. Aenean commodo ligula eget ut, dolor. Aenean massa. Cum sociis pretium qui asem. Nulla consequat massa quis.

Post più letti

Iscriviti alla newsletter
[contact-form-7 404 "Non trovato"]

La scommessa di una famiglia di artigiani: San Cesareo diventa un centro di eccellenza per la pelle


Apre un nuovo laboratorio in centro ed è già un successo. Così pellami e stoffe di alta qualità prendono VITA

Si chiama VITA, un nome che è molto più di un’insegna, perchè racchiude la scommessa di una famiglia per accessori e componenti personalizzati. “VITA The new leather designer”, questo l’appellativo completo, è la storia di una famiglia, (VI)telli e (TA)ssi, che da alcuni giorni hanno aperto un laboratorio artigianale per la produzione della pelle.

In questo centro di eccellenza della manifattura italiana, pellami e stoffe di alta qualità ma anche vecchi complementi di design prendono VITA grazie alle mani di artigiani specializzati che hanno trasformato la propria passione in un’impresa altamente qualificata. Un’arte tramandata di generazione in generazione che inizia 40 anni fa da Marisa, apprendista in una pelletteria di alta moda di Roma. 

“Fu una scelta fatta quasi per caso la mia – racconta la titolare del laboratorio di San Cesareo a Monti Prenestini. Mia madre prestava servizio in questa boutique di via Belsiana a Roma e ho detto sì a una proposta di apprendere questo mestiere. Giorno dopo giorno – aggiunge Marisa ho scoperto un nuovo mondo, l’estro e la manualità, che hanno reso più bella la mia vita”.

Da quel momento Marisa inizia a lavorare su commesse importanti e poi per grandi gruppi della moda fino all’apertura di un laboratorio proprio. Oggi la sua storia è anche quella di Mauro (33 anni), Luca (29) ed Eleonora (28), tre giovani che hanno deciso di sposare la stessa scommessa di Marisa fatta 40 anni prima: diventare artigiani della moda. Una nuova sfida fatta nei tempi della pandemia che ha oggi una sede nella centralissima viale dei Cedri a San Cesareo, dove questa famiglia si ritrova per costruire una rinnovata idea di futuro.  

La ripresa economica post-Covid passa anche dalla manifattura, dall’arte e dal gusto che hanno reso celebre l’Italia nel mondo. Ogni singolo oggetto realizzato in pelle acquista un’aura di stile e sottolinea il gusto per le cose autentiche di chi lo possiede. La borsa, sia per uomo che per donna, è l’elemento simbolo del personal style. Dal disegno al restauro e riadattamento, gli artigiani di Vita sono pronti a soddisfare anche le più particolari richieste.

Ai prodotti tradizionali, come portafogli e cinture, si aggiungono via via sempre nuove intuizioni, in base alle esigenze del mercato.  Non c’è quindi da stupirsi se tra gli accessori in vera pelle italiana lavorati a mano si trovano oggi anche varie custodie e porta tabacco. L’idea perfetta per un regalo particolare o per dedicarsi quell’attenzione verso se stessi che credevamo di aver perso.

“Il miglior commento che ci hanno fatto? Che le nostre borse sanno di pelle ed è la verità – spiega Marisa.  La nostra idea è proprio quella di tornare alla pelle che invecchia, che mostra i segni del tempo e dell’usura e che diventa sempre più bella, anche se in modo diverso. Finora i risultati ci hanno dato ragione e ci sono ampi margini di crescita. Il nostro augurio – continua Marisa –  è fare di San Cesareo un centro di eccellenza per la lavorazione della pelle, coinvolgendo anche da vicino le nuove generazioni. Noi ci crediamo, se poi dalla nostra parte c’è anche il territorio ben venga. Dalla parte nostra c’è anche il Comune che in questo periodo di difficoltà ha sostenuto le nuove attività grazie all’esenzione della Tari e diverse iniziative.

15 Giugno 2021
È la notte prima degli esami, al via domani la prima prova: le regole (e la solita ansia)
16 Giugno 2021
Lazio, è caos sulla seconda dose di AstraZeneca. La Regione chiede un parere

Sorry, the comment form is closed at this time.