Lorem ipsum dolor sit amet, consectetuer vitae adipiscing elit. Aenean commodo ligula eget ut, dolor. Aenean massa. Cum sociis pretium qui asem. Nulla consequat massa quis.

Post più letti

Iscriviti alla newsletter
[contact-form-7 404 "Not Found"]

La vendemmia ai Monti Prenestini, è festa in campagna. Previsioni ottimistiche

La vendemmia ai Monti Prenestini, è festa in campagna. Previsioni ottimistiche

I più scaramantici non si sbilanciano e sono impassibili alle domande, fermi e concentrati sul proprio lavoro. Per molti prevale però il sentimento di euforia che contraddistingue il momento della vendemmia, che anche qui nei Monti Prenestini è vissuto da aziende e famiglie al seguito come una vera e propria festa.

La vendemmia 2019 tra Zagarolo e Olevano Romano, i due poli del vino in questo territorio a sud di Roma, è iniziata con una quindicina di giorni di ritardo. Complice la maturazione a rilento delle uve, che anche quest’anno ha dovuto fare i conti con una brusca alternanza di caldo e freddo riequilibrata poi da ottime temperature in questo inizio di autunno.

VIENI A VIVERE UN’ESPERIENZA NO BORDE A ZAGAROLO

“Abbiamo – commenta il presidente della Strada del vino del Cesanese di Olevano Romano, Piero Riccardi – iniziato a vendemmiare la prima settima di settembre con circa 15 giorni di ritardo, a causa di una primavera fredda ed un inizio estate incerto, ma ci siamo subito accorti della presenza di uve sane e di buona qualità. Originariamente – aggiunge Riccardi – le previsioni meteo hanno destato qualche preoccupazione con scarsi, sparsi e insignificanti rovesci ma l’inizio di settembre si e’ sviluppato con temperature miti, giornate soleggiate e ventose che hanno permesso un completamento regolare dell’ultima fase di maturazione. L’ottimo stato fitosanitario, frutto di una gestione agronomica mirata ed efficace insieme ad una stabilita’ meteo e un preciso inizio del periodo vendemmiale, hanno portato ottimi risultati”.

VIENI A VIVERE LA VENDEMMIA A Olevano Romano

Nella zona di San Vito la vendemmia dei bianchi si avvia a conclusione, mentre da oggi in buona parte del territorio è partita la raccolta delle nere. La maggior parte dei produttori di Zagarolo anche quest’anno attende invece la conclusione della prossima sagra dell’uva nel weekend per dare il via alla vendemmia. È così anche per la cantina Loreti, viticoltori da 4 generazioni, che quest’anno ha registrato un’ottima qualità delle uve. «Le prospettive sono molto buone – conferma a Monti Prenestini Cesare Loreti. C’è una buona quantità e anche i frutti sono in buone condizioni. Qui a Zagarolo finora il tempo ci ha dato una grande mano e speriamo di concludere pertanto un’ottima annata».

E sempre a Zagarolo c’è chi fa della vendemmia un’occasione per fare turismo. È il caso del Wiki Hostel che in collaborazione con Pantasema, nel suo orto sinergico ospita ogni settimana decine di ragazzi provenienti da ogni parte del mondo contribuendo a diffondere il territorio, con le sue usanze, i suoi profumi e le tradizioni, nel resto del pianeta. Per seguire i loro eventi e attività basta cliccare mi piace alla loro pagina, un esempio virtuoso da seguire e valorizzare.

I ragazzi di Pantasema a lavoro per la vendemmia
1 Ottobre 2019
Colpo all’outlet di Valmontone, ladri seriali in trasferta
1 Ottobre 2019
Tough Mudder, la corsa nel fango più celebre del mondo sbarca a Zagarolo

Leave a comment

Your email address will not be published. Required fields are marked *