Lorem ipsum dolor sit amet, consectetuer vitae adipiscing elit. Aenean commodo ligula eget ut, dolor. Aenean massa. Cum sociis pretium qui asem. Nulla consequat massa quis.

Post più letti

Iscriviti alla newsletter
[contact-form-7 404 "Not Found"]
pony

L’orto e l’ippoterapia per crescere: a Labico parte il progetto sociale


Tre Comuni dei Monti Prenestini uniti per il sociale: è la prima volta

Si è svolta ieri pomeriggio la presentazione alle famiglie del progetto My Pony Farm nel Centro anziani di Labico. Durante l’incontro, i referenti della Soc. Cooperativa Onlus il Melograno, l’azienda Agricola Damigelli e le psicologhe che lavoreranno nei progetti con i bambini, hanno esposto le modalità organizzative dei gruppi di lavoro ed i notevoli benefici dell’ortoterapia e dell’ippoterapia. Le attività, extrascolastiche, si svolgeranno Il martedì ed il giovedì pomeriggio. In primavera anche il mercoledì.

L’ippoterapia prevede la conoscenza reciproca tra bambino e animale, insegna al bambino il governo dell’animale, favorisce l’instaurarsi di una relazione tra i due soggetti basata sulla cura reciproca, e non ultimo favorisce la cura del sé e la cura degli altri, riducendo la tendenza alla chiusura col mondo esterno, tipica dei bambini con disabilità intellettiva. L’ortoterapia consiste nel seminare/piantare piantine. Imparare qual è il periodo della semina e quale quello del raccolto, conoscere gli attrezzi, e, come per l’ippoterapia, insegna a “prendersi cura”.

Hanno presenziato l’incontro il Sindaco di Labico Danilo Giovannoli, l’Assessore alle politiche sociali ed alle politiche agricole del Comune di Labico Benedetto Paris, il Sindaco di Castel San Pietro Romano Gianpaolo Nardi, il Presidente del GAL Stefano Bertuzzi, l’Assessore Regionale alle politiche Agricole Enrica Onorati, ed il Consigliere ai Servizi Sociali del comune di San Cesareo, Viviana Pizziconi.

“Grazie ai tanti che hanno partecipato, grazie al sindaco Danilo Giovannoli per la fiducia nel progetto e nell’azione amministrativaMy Pony Farm è il frutto dell’ascolto delle famiglie nella giornata organizzata due anni fa in occasione della settimana della disabilità. Lì abbiamo capito l’esigenza di attività post scolastiche per le famiglie ed i bambini e le bambine con disabilità intellettive. Grazie al Gal ed alla Regione Lazio, che hanno scommesso su una misura dei fondi europei per l’agricoltura legata all’interazione tra aziende agricole e servizi socio sanitari, siamo riusciti a costruire questa proposta, che coinvolgerà 60 bambini del territorio e altrettanti compagni tutor, oltre a permettere al realizzazione di attività potenziate nel periodo estivo.E’ importante puntare su un’agricoltura che non sia solo produzione, ma che agisca nella comunità, in rapporto con il territorio, il suo ambiente ed i bisogni dei cittadini.Oggi grazie all’impegno degli uffici ed alla competenza dei relatori tutto è andato bene e spero che le famiglie abbiano compreso meglio il progetto. Adesso quello che conta è che riusciamo a rendere realtà quello che abbiamo immaginato dando “benessere” ai bambini ed alle bambine disabilità, ai loro tutor ed alle famiglie. Noi ce la metteremo tutta per essere all’altezza dei loro bisogni e delle loro aspettative!”

L’assessore del Comune di Labico Benedetto Paris

“Molteplici sono gli aspetti interessanti di My Pony Farm che si avvale della natura e del mondo agricolo per generare benessere e cura del sé – dichiara il Consigliere ai Servizi Sociali Viviana Pizziconi. – Tuttavia voglio sottolineare un altro aspetto che riguarda l’attività di tutoraggio che faranno altri bambini, individuati dalle scuole di provenienza. Saranno senza dubbio momenti di crescita di valore inestimabile per questi bambini e ragazzi, e di massima inclusione”.

25 Settembre 2020
Bellegra, il sindaco torna ad alzare “le barriere”: da oggi obbligo della mascherina
25 Settembre 2020
Coronavirus, si ripetono i contagi di ieri nel Lazio. Ma è boom nelle province

Leave a comment

Your email address will not be published. Required fields are marked *