Lorem ipsum dolor sit amet, consectetuer vitae adipiscing elit. Aenean commodo ligula eget ut, dolor. Aenean massa. Cum sociis pretium qui asem. Nulla consequat massa quis.

Post più letti

Iscriviti alla newsletter
[contact-form-7 404 "Not Found"]

Palestrina, cresce l’attesa per la notte del Liceo Classico: performance e riflessioni sull’ambiente


Appuntamento venerdì 17 gennaio dalle 18 alle 24 al Claudio Eliano

C’è anche il Claudio Eliano tra gli oltre 430 Licei italiani aderenti alla VI edizione de “La Notte Nazionale del Liceo Classico”, in programma venerdì 17 gennaio dalle 18 e alle 24, a Palestrina. L’iniziativa, nata da un’idea di Rocco Schembra, docente di Latino e Greco in Sicilia, ha fin da subito conquistato l’attenzione dei media e ottenuto l’approvazione ministeriale.

In una data comune, in contemporanea dalle 18:00 alle 24:00, le scuole aprono le loro porte alla cittadinanza e gli studenti dei Licei Classici d’Italia si esibiscono in svariate performances: maratone di letture di poeti antichi e moderni; drammatizzazioni in italiano e in lingua straniera; esposizioni di arti plastiche e visive; concerti ed attività musicali e coreutiche; presentazioni di libri e incontri con gli autori; cortometraggi e cineforum; esperimenti scientifici; degustazioni a tema e ispirate al mondo antico … e molto altro ancora, lasciato alla libera inventiva e creatività dei giovani guidati dai loro docenti.

Quest’anno l’evento sarà incentrato sull’ambiente e i cambiamenti climatici, un tema molto sentito dagli studenti, che hanno partecipato negli scorsi mesi a diverse iniziative e manifestazioni sul territorio. Il programma è in via di definizione in questi giorni e cresce già l’attesa per le performance di alcuni gruppi di ragazzi. Non mancheranno le sorprese.

Un’occasione per riflettere sulla società moderna ma anche per conoscere da vicino le attività del liceo classico Claudio Eliano, una delle eccellenze nel territorio dei Monti Prenestini, che si conferma una scelta foriera di solide fondamenta per qualsivoglia percorso universitario e futuro professionale. Secondo esperti e studiosi, infatti, “Latino e Greco educano i ragazzi alla complessità del nostro tempo, rispetto ad un corso di studi che non teme il confronto con il moltiplicarsi dei codici espressivi, inclusi quelli generati dalla rivoluzione digitale”. Gli studi classici dunque, per offrire un percorso formativo in grado di fare ragionare i giovani sulla pluralità di stimoli a cui sono sollecitati, ricorrendo a strumenti formativi potenti che consentano di intersecare l’oggi e di gestire l’incessante e complessa ricerca e costruzione di senso.

👇👇CONTINUA A RIMANERE INFORMATO: METTI MI PIACE ALLA NOSTRA PAGINA👇👇

8 Gennaio 2020
Roma Cassino, treni in tilt: seconda giornata di passione
8 Gennaio 2020
Influenza, picco vicino: bambini e anziani i più colpiti

Leave a comment

Your email address will not be published. Required fields are marked *