Un viaggio continuo alla ricerca delle radici di una terra, dei suoi valori e delle sue intime connessioni.

Pellegrinando: Palestrina, Gallicano e Zagarolo protagonisti del primo festival della via Francigena


Passeggiate, proiezioni di documentari, libri e incontri culturali. Per una riscoperta del turismo lento

Si chiama Pellegrinando ed è il primo festival dedicato alla via Francigena nel Lazio. Palestrina e i Monti Prenestini sono stati scelti come location di questa rassegna inedita di proiezioni, passeggiate, letture e convegni sul grande cammino che attraversa questo territorio a sud di Roma.

L’evento è stato presentato ieri  presso lo spazio Roma Lazio Film Commission alla presenza del sottosegretario al turismo Lorenza Bonaccorsi, di Giancarlo Forte, presidente del Gruppo dei Dodici, , Massimo Tedeschi presidente AEVF Associazione Europea delle Vie Francigene, Danilo Sordi presidente Comunità Montana Castelli Romani e Prenestini, Alessandra Battaglia direttrice di Monolite Magazine e Movieclub Film Festival, Roberta Cortella regista e Stev della Casa regista e critico cinematografico . La serata è stata animata da una rievocazione medioevale dell’Accademia medioevale e dai musici Viatores. L’incontro è stato preceduto dal documentario sulla via Francigena realizzato in collaborazione con Blue Hunter.

Il Festival “Pellegrinando” sarà una sezione speciale del Film Fest, con una rassegna cinematografica e di documentari realizzati da associazioni, camminatori, scuole e realtà varie che vivono il cammino e saranno in concorso. L’evento è realizzato con il contributo della XI Comunità Montana e del Lazio Film Commission e intende promuovere il turismo lento ai Monti Prenestini.

“Obiettivo principale – spiega Giancarlo Forte dei Gruppo dei Dodici – è la scientificazione della via Francigena da Carterbury fino a Santa Maria di Leuca. E la prima volta che si raccolgono documenti e lavori su questo importante camminamento che attraversa il territorio. Un’occasione importante di promozione che è insieme anche una tutela del patrimonio archeologico e naturalistico del territorio dei Monti Prenestini. Siamo sicuri – aggiunge Forte – che è il primo passo verso una piena valorizzazione e scoperta di questo cammino».

L’evento si svolgerà nella primavera del 2020 a Palestrina in una tre giorni che alternerà momenti di incontri, proiezioni, dibattiti a passeggiate naturalistiche nei luoghi simbolo della via Francigena. Nella settimana precedente Pellegrinando farà tappa anche a Zagarolo e Gallicano, tra acquedotti e chiese meta di passaggio dei pellegrini in queste valli.

Il festival è stato fortemente voluto e sostenuto dal neo presidente della XI Comunità Montana Danilo Sordi, già sindaco di Gallicano, uno dei maggiori esperti della via Francigena nel sud sulla direttrice Prenestina-Latina.

“L’idea e lo studio sulla via Francigena nel sud nel nostro territorio nasce nel 2007 nell’ambito della valorizzazione dei percorsi giubilari – spiega il presidente della Comunità Montana Danilo Sordi. Da allora si sono moltiplicati i progetti, le associazioni ed enti che si occupano di questo camminamento che è parte della nostra cultura. Oggi vogliamo riscoprirlo in un’ottica turistica: raccontare la via Francigena, significa infatti raccontare la storia e le bellezze nascoste del territorio. Per ora siamo ancora in una fase progettuale – ha aggiunto il presidente – ma i presupposti ci sono tutti per presentare un festival degno di questo nome”.

??RESTA SEMPRE AGGIORNATO: CLICCA MI PIACE ALLA PAGINA MONTI PRENESTINI QUI SOTTO??

Un momento della presentazione di ieri