Lorem ipsum dolor sit amet, consectetuer vitae adipiscing elit. Aenean commodo ligula eget ut, dolor. Aenean massa. Cum sociis pretium qui asem. Nulla consequat massa quis.

Post più letti

Iscriviti alla newsletter
[contact-form-7 404 "Not Found"]

San Cesareo, a soli 16 anni Denis diventa campione d’Italia


Il giovane atleta è cresciuto nella Libertas Atletica. Gli auguri dell’Assessore Giovannetti

Un’altra giovane eccellenza del nostro territorio ci regala grandi emozioni. Denis Rosu, di soli 16 anni, cresciuto nella Libertas Atletica San Cesareo, società sportiva che opera da circa 30 anni sul nostro territorio con grande dedizione, vince il titolo di Campione d’Italia nella staffetta 4×400 metri.


Sabato 12 settembre Denis ha esordito al Campionato Nazionale nella categoria 400 metri con risultati eccellenti, migliorando il suo record personale e conquistando la Finale B, sfiorando per pochissimi centesimi l’accesso alla Finale A (Elitè). Il giorno seguente, domenica 13 settembre, Denis gareggia anche nella staffetta 4×400 metri conquistando così il titolo di Campione d’Italia.

Vogliamo raccontare che solo due anni fa il giovane ha subito un bruttissimo infortunio, restando purtroppo fermo per ben otto mesi, rischiando di pregiudicare un futuro molto promettente. Ma Denis ha continuato ad allenarsi alacremente, dimostrando grande forza di volontà e grande passione.

“Mi congratulo con Denis a nome di tutta l’amministrazione comunale – dichiara l’Assessore allo Sport Gianluca Giovannettidiventare Campione d’Italia a soli 16 anni non può che essere un esempio di grande determinazione e passione per tutti, ed auspichiamo che lo sia per tutti gli atleti e ragazzi della sua età. I fatti di cronaca ci ricordano costantemente quanto il razzismo sia ancora radicato nella nostra società. Lo Sport unisce senza guardare alle origini delle persone o al colore della pelle. Vorrei che questa vittoria fosse un modo per riscoprire i valori della fratellanza e dell’uguaglianza, valori universali, ed abbattere una volta per tutte le barriere più invisibili ma al contempo più dolorose che una società possa continuare ad erigere”.

16 Settembre 2020
Alunno o docente positivo? Interviene l’ambulatorio medico mobile
16 Settembre 2020
Colonna: studenti a lezione di educazione civica con il Sindaco

Leave a comment

Your email address will not be published. Required fields are marked *