Un viaggio continuo alla ricerca delle radici di una terra, dei suoi valori e delle sue intime connessioni.

San Cesareo, precipita nel pozzo: attesa per l’esame autoptico


Le ipotesi al vaglio dei carabinieri e l’ultima ricostruzione

Si attendono i risultati dell’esame autoptico eseguito questa mattina all’ospedale di Tor Vergata sul corpo dell’uomo di 55 anni precipitato ieri in un pozzo artesiano alla periferia di San Cesareo.

Secondo le prime ipotesi dei carabinieri di Palestrina che indagano sulla vicenda si procede per la tesi del suicidio. Un gesto volontario dettato da non precisati e presunti problemi di natura personale. Anche i riscontri oggettivi farebbero pensare a un gesto volontario.

Secondo quanto accertato dagli inquirenti, l’uomo avrebbe assunto dei tranquillanti al mattino presto e intorno alle 7 si sarebbe diretto in giardino. Qui avrebbe aperto la botola del pozzo artesiano, largo appena 50 centimetri e profondo circa dieci metri. La morte sarebbe avvenuta per annegamento per la presenza di oltre tre metri di acqua all’interno. 

Solo però gli esami scientifici chiariranno cosa sia veramente accaduto nella villetta di via del Carzolese. Oggi pomeriggio si attendono gli esami autoptici effettuati sul corpo della vittima.

SEGUI MONTI PRENESTINI BASTA METTERE MI PIACE

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: