Lorem ipsum dolor sit amet, consectetuer vitae adipiscing elit. Aenean commodo ligula eget ut, dolor. Aenean massa. Cum sociis pretium qui asem. Nulla consequat massa quis.

Post più letti

Iscriviti alla newsletter
[contact-form-7 404 "Non trovato"]

Todi e Castel San Pietro unite nell’amicizia: firma e spettacolo nel borgo prenestino


Arriva la firma tra i due Comuni nel segno di Jacopone. Il sindaco Nardi: “Una occasione bella di condivisione”. Grande successo per la terza edizione de Il Borgo racconta

La nostra storia si interseca con quella di una città importante per l’inizio di un percorso di reciproca valorizzazione.

Con queste parole il sindaco di Castel San Pietro Romano, Gianpaolo Nardi ha motivato la firma del patto culturale di amicizia con la Città di Todi avvenuto ieri sera nella sede del Comune prenestino. Due comunità unite nella figura di Jacopone, uno dei maggiori poeti del MedioEvo.

“Ringrazio- dichiara il Sindaco- la mia Amministrazione, il Museo Diffuso, le nostre Associazioni, il Sindaco della Città di Todi Antonino Ruggiano e il suo Vice Sindaco. Una occasione bella di condivisione per avviare uno scambio costante tra due bellissimi territori.Un altro impegno preso per valorizzare la nostra Comunità.

Jacopone fu tra i firmatari del Manifesto di Lunghezza del 10 maggio 1297, con cui gli avversari di Bonifacio VIII, capeggiati dai cardinali Jacopo e Pietro Colonna dichiaravano nulla l’abdicazione di Celestino V e illegittima l’elezione di Bonifacio. La risposta di Bonifacio VIII non si fece attendere: scomunicò tutti i firmatari con la bolla Lapis abscissus del 23 maggio 1297 e cinse d’assedio Palestrina, la roccaforte dei dissidenti.

È partito da questo episodio chiave nella vita di Jacopone la visita teatralizzata “Il Borgo racconta” messi in scena dalla compagnia L’Alberone in collaborazione con il coro polifonico Pierluigi da Palestrina.  Un racconto immersivo, fra gli angoli e gli scorci più affascinanti del borgo, dove ammirare il panorama più bello di Roma. Il racconto è partito dalla figura della Beata Margherita Colonna, esempio straordinario di dedizione verso il prossimo, per proseguire con le figure di Jacopone da Todi e Bonifacio VIII fino ad arrivare a Petrarca e Palestrina. Tra un dialogo e l’altro, l’intervento del Coro: bellissima l’esecuzione del brano “Vaghi Pensier” del Palestrina su un testo del Petrarca (Canzoniere LXX).

26 Luglio 2021
Capranica: sabato 14 agosto appuntamento con “Mater Amabilis”, il canto a Maria nella Napoli del XVIII secolo
26 Luglio 2021
Coronavirus, nell’Asl Roma 5 sono 42 i casi nelle ultime 24h

Sorry, the comment form is closed at this time.