Un viaggio continuo alla ricerca delle radici di una terra, dei suoi valori e delle sue intime connessioni.

Tormenta una donna con messaggi e minacce: preso a Colleferro


Era arrivato ad incendiare un’auto, una moto e alcuni cassonetti della spazzatura nelle vicinanze del pub, a scopo intimidatorio

Un 36enne romano, gia’ noto alle forze dell’ordine, e’ stato arrestato dai Carabinieri della Stazione Roma Macao per atti persecutori nei confronti di una 29enne romana, in esecuzione di un’ordinanza di custodia cautelare in carcere emessa dal gip della capitale.
Dopo averla conosciuta all’interno del pub dove la donna lavora ed essersene invaghito, l’uomo – non ricambiato nel suo sentimento – ha iniziato dapprima ad infastidirla, poi a perseguitarla sistematicamente con telefonate e minacce a tutte le ore del giorno e della notte. E’ passato poi a veri e propri appostamenti sul luogo di lavoro della vittima, durante i quali ha anche minacciato e aggredito i colleghi intervenuti per difenderla.


Non contento, il 36enne non ha minimamente accennato a porre fine alle azioni persecutorie, alimentando nella donna un profondo senso di difficolta’ e paura e arrivando perfino ad incendiare un’auto, una moto e alcuni cassonetti della spazzatura nelle vicinanze del pub, a scopo intimidatorio. Dopo quest’ultimo episodio, la 29enne ha deciso di denunciare la situazione ai Carabinieri che – grazie all’acquisizione delle immagini delle telecamere di videosorveglianza della zona e a varie testimonianze – hanno raccolto gravi indizi di colpevolezza a carico dello stalker, rintracciato a Colleferro.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: