Lorem ipsum dolor sit amet, consectetuer vitae adipiscing elit. Aenean commodo ligula eget ut, dolor. Aenean massa. Cum sociis pretium qui asem. Nulla consequat massa quis.

Post più letti

Iscriviti alla newsletter
[contact-form-7 404 "Non trovato"]

Tra boschi e valli fiorite, itinerario naturalistico ad Olevano Romano


Da Cucursello a Casa Baldi, passando per Valle Fiorita e il Bosco della Serpentara, una passeggiata di salute immersi in uno scenario naturalistico di straordinaria bellezza.

Torneremo presto a fare lunghe passeggiate lungo i sentieri naturalistici del nostro territorio, alla scoperta di luoghi magicamente selvaggi e di scorci mozzafiato dalla bellezza disarmante. Partiamo da Olevano Romano, piccolo gioiello dei Monti Prenestini distante da Roma poco più di 50 km.

Il percorso naturalistico che proponiamo di seguito, unisce le sedi delle due Accademie tedesche “Casa Baldi” e “Villa Sepentara”, su un tracciato che apre la vista sulla Valle del Sacco e le terre dei Latini, dall’alto dei Colli olevanesi.


LUNGHEZZA PERCORSO: 5.5 Km

DURATA: 3 ore

ALTITUDINE MAX: 701 mt (Vado Caroni)

ALTITUDINE MIN: 410 mt (Fosso dell’Acqua alta)

DISLIVELLO: 291 mt

DIFFICOLTA’: bassa

ATTREZZATURA: Scarpe da trekking


IL PERCORSO

Si parte dalla Chiesa di San Rocco, imboccato il passaggio coperto sulla sinistra della chiesa, si attraversa via dei Morroni scendendo a valle, mantenendo sempre la strada principale fino al corso del fosso dell’Antera.

Attraversato quest’ultimo su di un piccolo ponte si prosegue su una strada sterrata per circa 500 mt giungendo fino alla centrale Italgas (impossibile non notarla). Lasciata quest’ultima alle spalle e abbandonata la strada, si sale tenedo il limite del bosco, ed il Colle Celeste con l’abitato di via Monte Belloni in alto, sulla destra.

Giunti sul valico del colle, meglio noto come Cocorsello, la cina è sulla sinistra, si prosegue scendendo a valle, sempre tra il bosco e gli uliveti, e si arriva alla confluenza di due corsi d’acqua, che vanno poi a formare il fosso dell’Acqua Calda.

Lungo il ramo di destra, tra muschi e rocce erose dall’acqua, si arriva al Colle di Venere detto anche Valle Fiorita. Da qui percorrendo una strada sterrata che costeggia il bosco della Serpentara, dove ci si può fermare a bere ad una caratteristica polla sorgiva, si giunge sulla strada provinciale Maremmana Superiore, esattamente al Capolina delle autolinee Co.Tra.L. Erano qui situate un tempo le Fornaci della famiglia dei Pitto. Appena su strada, procedendo poche decine di metri sulla sinistra, si sale a destra per contrada Le Grotte (da notare dopo circa 200 mt, i resti di un’antica cisterna nel casolare a sinistra, forse romana), e proseguendo per circa 1 km, tenendosi sulla destra, si giunge alla località Vado Caroni. Da qui si scende a destra, sulla strada principale, la comunale Olevano-Roiate, attraverso boschi di castagno. Costeggiato il cimitero, si continua fino a Casa Baldi, e poi a Piazza San Rocco.

FONTE: “Olevano Romano – Guida alla Visita ed. 2015”

FOTO DI COPERTINA: dal sito web https://www.comune.olevanoromano.rm.it


  • Medico muore di Covid a soli 36 anni: dramma in provincia di Roma
    La storia di Gigi, conosciuto in tutto il suo territorio per la sua professione e impegno Aveva solo 36 anni Gianluigi Andrea Piegari, per tutti “Gigi“, giovane medico del 118 morto con il Covid19 dopo una lunga battaglia nel reparto di terapia intensiva dell’ospedale Columbus. Un addio inaspettato, che ha lasciato nello sconforto colleghi, amici, parenti e soprattutto la compagna Martina, ancora incredula di aver perso “l’amore della sua vita”.  Direttore sanitario di Formia Soccorso, il dottor Piegari era medico in […]
  • Dopo anni di fermo assoluto, si è tornati a sostituire i pacemaker a Colleferro
    Una novità importante per l’ospedale Parodi Delfino. Sabato la protesta dei comitati Dopo anni di fermo assoluto, si è tornati a sostituire i pacemaker a Colleferro: una novità importante dal punto di vista della cardiologia, che torna così a essere un punto di riferimento per i pazienti di tutto il territorio a sud di Roma. I sindaci del territorio inoltre salutano positivamente l’arrivo di nuovo urologo e la partenza in questi giorni del DH psichiatrico con stimolazione magnetica transcranica ripetitiva […]
  • Camion si ribalta in un cantiere, grave operaio
    La ricostruzione dell’incidente a Roma Questa mattina, alle 7 circa, un camion si è ribaltato nel cantiere all’interno di una cava in via di Malnone 25, a Roma. Sul posto sono intervenuti i vigili del fuoco che hanno estratto il conducente dal mezzo, togliendo il parabrezza, per poi affidarlo al personale sanitario che lo ha trasportato in codice rosso all’Aurelia Hospital. LA TRAGEDIA DI OGGI
  • Si ribalta trattore, tragedia vicino Artena
    Muore un giovane, ennesimi dramma  Incidente mortale questa mattina in via Lo Schiavo, ad Artena. Un 35enne è rimasto schiacciato dopo che il trattore su cui stava lavorando si è ribaltato. Sul posto sono arrivati, verso le 11, i Carabinieri, il personale sanitario e una squadra dei vigili del fuoco che, in questo momento, stanno lavorando per mettere in sicurezza il mezzo. LA TRAGEDIA DI IERI
  • Green Pass, chef Antonello Colonna: “Licenzierò chi non ce l’ha”
    La posizione del noto chef di Labico fa discutere I dipendenti dello chefAntonello Colonna saranno licenziati se entro il 15 ottobre saranno ancora senza Green Pass. Questo è quanto si legge oggi sui principali giornali italiani. “Non ci sono santi e gliel’ho detto” ha spiegato lo chef di Resort Colonna. Già quest’estate, nel corso in un’intervista rilasciata all’Adnkronos, si era pronunciato favorevole all’introduzione del certificato verde, addirittura specificando che fosse la sua stessa clientela a pretendere il rispetto delle regole. […]

21 Aprile 2020
Lazio, oggi 80 casi di positività. D’Amato: “Dobbiamo stabilizzare questa discesa”
21 Aprile 2020
Palestrina, un nuovo caso e un guarito: sono 30 i contagi dall’inizio dell’emergenza

Leave a comment

Your email address will not be published. Required fields are marked *