Un viaggio continuo alla ricerca delle radici di una terra, dei suoi valori e delle sue intime connessioni.

Tragico incidente, due morti. Tra le vittime un ventenne di Zagarolo

Tragico incidente stradale sul Grande Raccordo Anulare di Roma, chiuso al traffico dalle prime ore del mattino, in carreggiata interna, in corrispondenza del km 22, a Settebagni, a causa dello scontro tra un’autovettura e una moto nella mattinata di oggi, domenica 15 settembre. Nell’impatto sono morte due persone. Si tratta di due ragazzi molto giovani: un 20enne residente a Zagarolo che viaggiava a bordo della vettura, e di un 28enne di nazionalità polacca che viaggiava in sella alla sua moto.

Sul posto sono intervenuti gli operatori del 118, la polizia stradale e le squadre di Anas impegnate nella gestione della viabilità. Sono in corso i rilievi da parte delle forze dell’ordine per ricostruire la dinamica dello schianto ed eventuali responsabilità. Anas informa che il traffico è deviato in complanare in corrispondenza del km 20.

OFFERTA DI LAVORO A PALESTRINA: MANDA UNA MAIL
TROPPE VITTIME

I numeri delle vittime della strada dall’inizio del 2019 sono impietosi: 103 morti a Roma e provincia, 83 dei quali solo nell’area urbana della Capitale (secondo i dati della Municipale), anche se si tratta di una statistica che nell’hinterland e sul litorale non può essere definitiva in quanto manca il riferimento dai feriti in incidente poi deceduti negli ospedali locali. Sempre sul Raccordo la Stradale indaga ancora sulla tragica fine di Stefano Branco, il ragazzo di 25 anni morto il 6 giugno scorso nei pressi dello svincolo per Ostia dopo che la Smart dove si trovava con un amico, gravemente ferito, si era rovesciata. Anche in quel caso il sospetto, ribadito dalla madre Laura Magnani, è che a provocare l’incidente sia stata un’altra auto, forse una Punto, poi scomparsa nel nulla.