Lorem ipsum dolor sit amet, consectetuer vitae adipiscing elit. Aenean commodo ligula eget ut, dolor. Aenean massa. Cum sociis pretium qui asem. Nulla consequat massa quis.

Post più letti

Iscriviti alla newsletter
[contact-form-7 404 "Non trovato"]

Ulisse Marco Patrignani: «Come abbiamo vinto la sfida di portare il grande teatro in provincia»

Autore di testi, scenografo e direttore artistico. Come nasce il suo amore per il teatro?

La mia storia inizia negli anni ’80 con  piccole esperienze attoriali. La passione e il contatto con i giovani mi hanno spinto ad accettare la prima proposta di gestione, quella del teatro in Trastevere, oggi teatro Verde, diventato in poco tempo uno dei punti di riferimento a Roma per i giovani attori. Un percorso in crescita fatto di persone straordinarie, con cui condivido da anni bellissime esperienze. È da questo amore che nasce l’associazione culturale Ribalta, un gruppo di amici che vuole riscoprire il teatro come cultura e centro di aggregazione sociale.

 Da Maurizio Costanzo a Buzzanca e i grandi attori. Ci racconta un po’ dei suoi incontri nel campo artistico? 

Nel mondo dello spettacolo gli incontri sono i momenti che ti cambiano la vita sia dal punto di vista professionale che umano. Ed è quello che è accaduto a me con maestri di vita  come Maurizio Costanzo e Maurizio Scaparro, due guru in Europa per la scuola di teatro. Con loro è nato il teatro moderno ed è a loro che oggi devo dire grazie per i tanti insegnamenti.

Oggi fa teatro in provincia. Qual è la differenza e quali sono le opportunità di crescita per il teatro Caesar? 

È un’esperienza e allo stesso tempo una sfida affascinante perché credo che il teatro sia una delle forme culturali e identitarie di un territorio. Far rinascere un teatro dalla sue fondamenta, ristrutturarlo alla sua radice è una gioia immensa. Dopo lo sforzo iniziale della riapertura, oggi il teatro Caesar può contare su un pubblico selezionato e molto affezionato che ci segue da anni nelle diverse stagioni. L’arrivo di persone al di fuori anche del nostro comune è per noi un motivo di orgoglio ed è una spinta a fare sempre meglio

Sta per iniziare una nuova stagione al teatro Caesar. Quali sono le principali novità? 

La principale novità di questa stagione è rappresentata dall’iniziativa un libro a teatro, una manifestazione che vuole proporre al pubblico dibattiti e confronti con i grandi autori del nostro tempo. Abbiamo selezionato testi molto interessanti e devo dire che c’è grande attesa per il primo appuntamento del prossimo 24 ottobre. Quanto invece alla stagione teatrale, il Caesar si arricchisce quest’anno di grandi attori e registi come Elena Sofia Ricci, Nathalie Caldonazzo, Roberto Galli, Barbara De Rossi, Francesco Branchetti e tanti altri. Siamo davvero orogogliosi per la qualità dell’offerta di quest’anno, non resta che attendere l’inizio della stagione.

Leggi anche  Lazio, ritardi per il vaccino: nuova data per gli over 80
Può darci alcuni numeri delle presenze del teatro San Vito in questi anni?

Quest’anno abbiamo già superato i 180 abbonamenti fissi, che inisieme alla vendita della biglietteria fissa ci porta a raggiungere il tutto esaurito per ciascuno spettacolo.  Devo ringraziare il Comune di S Vito Romano per la fiducia, il Consiglio Regionale Lazio per il sostegno e tutto il nostro pubblico per l’affetto di questi anni.

14 Ottobre 2019
La mosciarella prodotto Slowfood: Capranica Prenestina presenta la candidatura
14 Ottobre 2019
Rocca di Cave, arriva la fibra: al via i lavori in paese

Leave a comment

Your email address will not be published. Required fields are marked *