Un viaggio continuo alla ricerca delle radici di una terra, dei suoi valori e delle sue intime connessioni.

Un guasto a Labico manda in tilt l’alta velocità: giornata di disagi

Forti ritardi e disagi, nelle prime ore di giovedì 31, sulla linea ferroviaria Tav Roma-Napoli per un guasto. Un’altra mattinata difficile per i collegamenti superveloci sulla tratta che collega la Capitale con il capoluogo campano, anche se a partire dalle 10. 30 la situazione si sta lentamente normalizzando.

Tutto è avvenuto per un guasto verificatosi intorno alle 5,10 sugli impianti di circolazione a al posto di manovra di San Giovanni, che ha mandato in tilt i collegamenti. I ritardi, registrati in un primo momento fino a sessanta minuti, sono poi saliti a un’ora e mezzo. La circolazione è rimasta rallentata per alcune ore e dopo le 9, come si è appreso da Rete Ferroviaria Italiana, si era ancora alle prese con il tentativo di ripristino della linea.

Lungo e complesso l’intervento dei tecnici di Rfi per ripristinare la piena efficienza del servizio e la regolarità dei collegamenti tra Roma e Napoli. L’azienda ferroviaria è stata costretta a deviare i treni su percorsi alternativi. Nel pomeriggio di mercoledì 30 c’era stato un altro guasto, stavolta per un inconveniente tecnico a un treno passeggeri, sempre sulla Tav Roma-Napoli. Il convoglio era rimasto fermo tra Salone e Labico, causando ritardi fra dieci e trenta minuti. Disagi anche sulla Roma-Fiumicino E nelle prime ore di giovedì 31 un altro inconveniente tecnico si è registrato sulla Roma-Fiumicino. I collegamenti sono rimasti rallentati per oltre due ore, con ritardi fino a sessanta minuti. Dodici, in questo caso, i treni cancellati e quindici quelli limitati nel percorso.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: