Un viaggio continuo alla ricerca delle radici di una terra, dei suoi valori e delle sue intime connessioni.

Un nuovo impianto a biomasse da 75.000 tonnellate: mobilitazione sul territorio

Spunta la nuova proposta di un impianto a biomasse nel territorio di Roma a ridosso della provincia. Un progetto che potrebbe avere ricadute anche per zone periferiche della provincia e che ha sollevato diversi comitati di ambientalisti.

“Una follia! Non intendiamo usare mezzi termini rispetto alla proposta di allocazione di un impianto a biomasse a via Prenestina, tra i quartieri Colle Prenestino e Colle Monfortani ed immediatamente a ridosso dell’Istituto Tecnico Agrario Statale Emilio Sereni, presentata in Regione Lazio da un imprenditore privato – si legge in una nota dei Gruppi Ricerca Ecologica Lazio. Ieri abbiamo inviato all’Area Valutazione di Impatto Ambientale le osservazioni che abbiamo predisposto in qualità di associazione di protezione ambientale riconosciuta dal Ministero dell’Ambiente e presentate insieme ai Comitati di Quartiere rappresentanti un territorio di oltre 250.000 romani: l’Unione dei Comitati del VI Municipi, il CdQ di Torre Angela, il CdQ Nuova Ponte di Nona, il CdQ Belvedere, l’Associazione di Quartiere Fontana Candida, il CdQ di Villaggio Breda, il CdQ Torrenova – Tor Vergata, il CdQ di Villaverde, il CdQ di Colle Mattia, il CdQ Colle Prenestino…”

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: