Un viaggio continuo alla ricerca delle radici di una terra, dei suoi valori e delle sue intime connessioni.

Vaccino obbligatorio per anziani, il Tar del Lazio vuole vederci chiaro


Codacons: “Un provvedimento imperativo che punirà chi non si sottopone alla vaccinazione”

Il Tar del Lazio vuole vederci chiaro sull’obbligo vaccinale per gli anziani imposto dal Governatore Zingaretti. I giudici della III sezione Q, intervenendo sul ricorso promosso dal Codacons contro l’ordinanza della Regione Lazio n. z00030 che impone la vaccinazione antinfluenzale obbligatoria ai cittadini over 65, hanno infatti disposto oggi una istruttoria sull’iter seguito dell’amministrazione e sulle motivazioni alla base dell’obbligo vaccinale previsto dall’ordinanza regionale.

Anche il Tar vuole vederci chiaro su un obbligo assurdo e inutile, che crea disparità di trattamento tra cittadini e non garantisce la salute degli anziani, dal momento che il provvedimento ha validità solo regionale e non è stato adottato né su tutto il territorio nazionale, né di concerto con il Comitato tecnico -scientifico – afferma il presidente Carlo Rienzi – Un provvedimento imperativo che punirà chi non si sottopone alla vaccinazione, escludendolo da centri ricreativi per anziani, case di riposo o altri luoghi di aggregazione, e che non tiene conto di alcuni importanti studi secondo cui il vaccino in questione potrebbe aumentare altre infezioni respiratorie (interferenza virale), comprese alcune da coronavirus, e non è comunque stato chiarito se sia risultata associata a prognosi migliore negli affetti da COVID-19” – conclude Rienzi.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: