Un viaggio continuo alla ricerca delle radici di una terra, dei suoi valori e delle sue intime connessioni.

Zagarolo, la “banda dell’ariete” ha colpito ancora: assalto a un grande magazzino


Ladri in fuga con il bottino: stessa modalità di azione. Indagano i carabinieri
Il 21 dicembre un gruppo aveva assaltato la banca Centro Lazio senza successo (LEGGI)

La chiamano la banda dell’ariete per la sua modalità di azione. Gli inquirenti ancora non si sbilanciano se dietro la scia di questi colpi (almeno tre) ci siano le stesse persone, ma tutto lascia pensare a un’organizzazione che opera con un metodo e una tecnica precisa. L’ultimo colpo è andato a segno la notte del 23 dicembre all’interno del Magazzino Cossuto, adiacente alla stazione di Zagarolo.

In quattro a bordo di due auto di grossa cilindrata sono entrati all’interno del grande parcheggio dell’area commerciale di fronte al Conad. Sono bastati pochi minuti per entrare, far saltare la cassaforte e fuggire via. Dalle immagini delle telecamere si vede chiaramente come ha operato il gruppo. C’era chi faceva il palo, chi sgomberava l’area da vasi e altri intralci e poi i due autisti.

Il primo a marcia indietro è partito a retromarcia infilandosi nell’ingresso ad alta velocità: tre tentativi sono bastati a sfondare le porte. Il secondo conducente ha caricato la cassaforte e altro materiale. Il gruppo è fuggito subito dopo le tre in direzione di Via Casilina e ora i carabinieri indagano per ricostruire volti e modalità di azione.

??CONTINUA A RIMANERE INFORMATO: METTI MI PIACE ALLA NOSTRA PAGINA??