Lorem ipsum dolor sit amet, consectetuer vitae adipiscing elit. Aenean commodo ligula eget ut, dolor. Aenean massa. Cum sociis pretium qui asem. Nulla consequat massa quis.

Post più letti

Iscriviti alla newsletter
[contact-form-7 404 "Not Found"]

Da “Pinocchio” a “La Dea Fortuna”: i Monti Prenestini protagonisti al cinema dal 19 dicembre


Sono i film più attesi di questo Natale. Tra i protagonisti due comuni: Poli e Palestrina

Usciranno in contemporanea il prossimo 19 dicembre “Pinocchio” e “La Dea Fortuna”, i due film più attesi di questo Natale al cinema. Per i residenti e gli appassionati dei Monti Prenestini c’è un motivo in più per andare a vedere queste due pellicole, perché nelle scene contrali della narrazione ritroveranno due luoghi famigliari: Villa Catena a Poli (nel caso del film di Matteo Garrone) il Museo della Dea Fortuna di Palestrina (nel caso del film di Ferzan Ozpetek).

IL PINOCCHIO DI GARRONE

Sceneggiato dallo stesso Garrone con Massimo Ceccherini (anche nel cast nel ruolo della Volpe), il film tratto dal romanzo di Collodi vede protagonista Federico Ielapi nel ruolo del burattino, mentre Geppetto è Roberto Benigni. Mangiafuoco è interpretato da Gigi Proietti, mentre il Gatto è Rocco Papaleo. Sarà dunque decisamente un film natalizio, anche se l’idea di anticipare l’uscita in sala dal giorno di Natale alla stessa settimana di “Star Wars” potrebbe costare cara secondo la critica. Forse, ci piace immaginare, l’anticipazione è stata un po’ voluta, per stare vicino alla Dea Fortuna, l’altro film girato a Palestrina

 La sceneggiatura è scritta da Garrone con Massimo Ceccherini. I credits non nominano Marcello Fonte, che però aveva annunciato un ruolo da guest star (dovrebbe essere il Pappagallo).

Alcune scene sono girate nel complesso monumentale di Villa Catena, dove la troupe compreso Benigni e Garrone, ha girato per una settimana. Il monumentale complesso, già citato in una lettera del 1563 di Annibal Caro a Torquato Conti, rimase ai Torlonia fino al dopoguerra quando Dino De Laurentis l’acquistò per amore di Silvana Mangano.

De Laurentis, complice la mania di grandezza che lo sempre contraddistinto, voleva avere un indiscusso prestigio oltreoceano, che poteva sicuramente essere incrementato ricevendo i suoi collaboratori hollywoodiani in una reggia principesca. Villa Catena sembra essere collegata all’ostentazione.

In quegli anni Villa Catena e Poli godette di molta popolarità, basta parlare con un qualsiasi anziano del piccolo Comune per aver restituite favolose immagini di storia rurale, dagli incontri con Monicelli o Sordi, dai pettegolezzi che giravano sui frequentatori abituali della Villa ai presunti flirt presunti o inventati scattati magari tra una star di Hollywood e un ragazzotto di Poli.

LA DEA FORTUNA A PALESTRINA

Il titolo del film di Ozpetek introduce invece già un luogo simbolo del territorio dei Monti Prenestini: il Tempio di Palestrina. Diverse scene di interni sono state girate all’interno del museo, inoltre lo stesso trailer del film inizia con la splendida scalinata della cavea di cui sono rimasti in particolare estasiati Stefano Accorsi e Edoardo Leo (celebre il loro selfie sulla scalinata) (GUARDA IL SELFIE E LEGGI I RETROSCENA)

Il nuovo film diretto da Ferzan Özpetek e distribuito da Warner Bros, dal titolo “La Dea Fortuna”, sarà al Cinema il prossimo 19 dicembre. La nuova pellicola vede protagonisti Arturo e Alessandro, interpretati rispettivamente dagli attori Edoardo Leo e Stefano Accorsi. Quest’ultimo aveva già lavorato in passato con il noto regista turco nel 2001 con il film “Le fate ignoranti” e nel 2007 con “Saturno Contro”.

“La Dea Fortuna” è la tredicesima opera cinematografica del regista Ferzan Özpetek, come colonna sonora è stata scelta “Luna Diamante”, celebre canzone scritta da Ivano Fossati e cantata da Mina. Il nuovo film è incentrato sulla storia d’amore tra Arturo, scrittore alquanto insoddisfatto e Alessandro, il quale lavora come idraulico.

??CONTINUA A RIMANERE INFORMATO: METTI MI PIACE ALLA NOSTRA PAGINA??

10 Dicembre 2019
Valle Martella, pistole, munizioni e refurtiva nel container adibito a casa
10 Dicembre 2019
Ipotesi discarica a Corcolle? Urbano Barberini: “Idea scellerata”. Ecco perchè non si può fare

Leave a comment

Your email address will not be published. Required fields are marked *